A- A+
Milano

E' in corso da questa notte una vasta operazione del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano che hanno dato esecuzione ad una misura cautelare emessa dall'Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Milano nei confronti di 8 persone responsabili a vario titolo di "estorsione aggravata dal metodo mafioso". L'indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, costituisce la prosecuzione dell'attivitÖ investigativa conclusa nell'ottobre del 2012, allorquando sono stati arrestati 23 soggetti collegati alla criminalità organizzata di origine calabrese operante in Lombardia.

Gli odierni arresti hanno fatto breccia nel settore dell'infiltrazione mafiosa del tessuto economico-imprenditoriale locale, accertando svariati episodi di estorsione aggravata da parte di esponenti del clan Mancuso e di altri indagati che, pur non essendo organicamente inseriti nel sodalizio, ma consapevoli della sua caratura criminale e della forza d'intimidazione derivante dal vincolo associativo, ne hanno favorito l'intervento, per ottenere il recupero del credito vantato nei confronti di terze persone. L'attività ha visto impiegati cento Carabinieri in varie province del territorio nazionale e l'effettuazione di diverse perquisizioni e sequestri di materiale d'interesse probatorio.

Tags:
ndrangheta







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.