A- A+
Milano


 

beppe grillo 500

"I grillini avevano giurato di rinunciare ai soldi pubblici: come si cambia...". Così, su Twitter, Roberto Maroni torna sulla sospensione dei fondi ai gruppi regionali nella vicenda sui rimborsi. La vicenda si riferisce a quanto accaduto dopo il rilievo della Corte dei conti sui rimborsi ai gruppi consiliari in Regione Lombardia.

L'ufficio di presidenza del consiglio regionale ha sospeso - nonostante il voto contrario del Movimento 5 Stelle - l'erogazione dei fondi per le spese di funzionamento e comunicazione dei gruppi per un periodo compreso tra il 27 marzo e il 30 giugno. La decisione è stata presa in attesa di approfondire la contestazione della magistratura contabile sulle spese sostenute nel 2012 dai gruppi della scorsa legislatura e di approvare entro giugno una legge che recepisca la norma nazionale. La somma che avrebbe dovuto essere erogata alle forze politiche, per la quale è stata disposta la sospensione in via cautelare attraverso una delibera approvata dall'organismo, ammonta a 220mila 212 euro, già ridotta di due terzi rispetto alla scorsa legislatura. Favorevoli alla decisione i rappresentanti di maggioranza e opposizione nell'Ufficio di presidenza. Il Movimento 5 Stelle aveva votato contro: da qui, dunque, la reazione di Maroni via Twitter.

Tags:
grillomaronirimborsi






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.