A- A+
Milano
Omicidio Ceriani: l'assassino è un 25enne conosciuto in chat
maco ceriani abbiategrasso

Marco Ceriani, il pensionato ritrovato morto lunedi' scorso nell'appartamento di via Cesare Battisti 2 ad Abbiategrasso, dove viveva da solo, aveva conosciuto il suo assassino qualche giorno prima in chat e avevano deciso di incontrarsi proprio quel sabato. E' proprio dalle indagini 'telematiche' che gli investigatori sono risaliti all'omicida. Ceriani era stato trovato nudo, disteso supino sul letto ucciso con almeno tre colpi in testa sferrati con un oggetto contundente. A rinvenire il cadavere e' stata la domestica allertata da un amico della vittima, che non riusciva a mettersi in contatto con lui. La donna e' anche l'ultima persona ad averlo visto vivo, escluso l'assassino, dato che era passata dall'appartamento sabato mattina. Il medico legale, dopo gli esami, ha fissato l'ora della morte tra le 48 e le 72 ore prima del ritrovamento del corpo.

Le indagini dei carabinieri si sono concentrate subito sul sistema di videosorveglianza del condominio: alcune immagini riprese nel pomeriggio di sabato mostravano l'arrivo di un giovane con un giubbotto chiaro e uno zaino, accolto dallo stesso Ceriani. Il giovane, sempre secondo quanto documentato dalle immagini, era poi uscito dallo stabile due ore dopo, con lo zaino visibilmente piu' grosso rispetto al momento dell'entrata. Per identificare il sospetto i militari del Nucleo Operativo hanno dragato le comunicazioni della vittima, rinvenendo le tracce di un incontro telematico. L'identita' del sospetto, rintracciata sempre attraverso mezzi telematici, e' stata poi confermata dalle impronte digitali rinvenute sul luogo del delitto, che combaciavano con quelle depositate nella banca dati italiana quando Loris Cardoville, questo il nome dl 25enne arrestato, era stato espulso dalle autorita' svizzere.

Dopo l'omicidio Cardoville ha raggiunto Milano in treno, si e' liberato del cellulare del morto - rinvenuto in un cassonetto - e da qui si e' spostato in Abruzzo, ad Alba Adriatica, ospite di amici completamente ignari di quanto aveva commesso. Ed e' qui, in un bar con gli amici, che e' stato arrestato ieri sera e tradotto in un carcere locale, da dove nei prossimi giorni sara' trasportato al carcere di Pavia. Al momento dell'arresto Cardoville non ha ne' ammesso ne' negato di aver commesso l'omicidio, ma e' stato ritrovato in possesso del computer e del portafogli della vittima. "Per noi al momento il movente e' la rapina" ha dichiarato il colonnello Biagio Storniolo, al comando del Nucleo Operativo. Le modalita' dell'incontro non escludono pero' la pista passionale, un incontro sessuale occasionale degenerato che si e' concluso con l'omicidio.

Tags:
marco cerianiomicidioabbiategrasso







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.