A- A+
Milano
Aler, turbativa d'asta: Osnato condannato a sei mesi

Sei mesi di reclusione per turbativa d'asta: questa la condanna inflitta dal Tribunale di Milano a Marco Osnato, consigliere comunale milanese di Fratelli d’Italia ed ex direttore dell’area gestionale dell’ Aler. La vicenda riguarda un procedimento su presunte irregolarità nelle gestione degli appalti dell’azienda. Condanne anche per Luigi Serati, ex responsabile della filiale Aler di Legnano e coordinatore delle filiali di tutta la provincia milanese Mauro Del Corpo, all’epoca presidente della società M&C Marketing Comunicazioni(entrambi sei mesi). Cinque mesi per Luca Giuseppe Reale Ruffino, ex amministratore delegato della società Constructa srl, che gestiva plessi condominiali per conto dell’Aler. Era accusato di aver versato a Osnato «11mila euro come contributo di natura economica» durante la campagna elettorale per le elezioni comunali. Tre imputati sono stati invece assolti.


Osnato e Serati nel 2011 avrebbe impartito a cinque amministratori di plessi condominiali disposizioni per frazionare gli appalti in modo tale da eludere la soglia comunitaria di 193mila euro necessaria per indire gare di evidenza pubblica.

Tags:
osnatoalerappalti






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.