A- A+
Milano
Pat e Ca' Granda, il M5S: "L'unica soluzione sono i bandi pubblici"

di Fabio Massa

Stefano Buffagni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, interviene a gamba tesa nella vicenda della Fondazione Ca' Granda e nella vicenda del PAT: "In Ca' Granda non si può rimanere allo scontro tra ciellini e azzurri su nomi che magari non hanno neppure il curriculum giusto. Stiamo parlando di un patrimonio da un miliardo di euro. Al Pat ci sono state assunzioni discutibili: Comune e Regione dovrebbero smetterla di litigare su tutti". L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT

Consigliere Buffagni, c'è grande movimento in Ca' Granda...
Sul Policlinico certo che c'è movimento. Devono gestire un patrimonio immenso. Ora inizieranno a metterci le mani per gestirlo o per venderlo. E stanno discutendo su chi sarà il dirigente apicale di questa struttura. E' venuto fuori un nome vicino al ciellino Besana. Oltre al fatto che secondo me non ha un curriculum adeguato, c'è un grosso problema di metodo.

In che senso?
Nel senso che non si può chiamare questo o quello così. Bisogna fare un bando pubblico, raccogliere le candidature. Il problema è nel metodo, bisogna mettere a gestire un bene pubblico di queste dimensioni una persona esperta e capace.

Temete forzature?
Vediamo, la scelta sarà della politica. Si possono trovare curricula migliori. Noi ci metteremo a cercarli. Non vogliamo più vedere case con affitti stracciati e altre aberrazioni.

Intanto anche sul Pat il litigio tra Regione e Comune è forte...
Come al solito ci sono solo beghe di spartizione. Ora parlano della fusione con il Redaelli, ma il rischio è che ci siano tagli tra i dipendenti. E poi devo dire che recentemente sono state fatte assunzioni discutibili. Per esempio, sono stati dati 80mila euro a un "responsabile per accesso al percorso del paziente". Li prende un ragazzo di 27 anni, con assegnazione senza bando. A chi sarà legato questo giovane? Non si sa. La verità è che in queste cose non ci si interessa mai della gestione del bene pubblico, ma solo agli interessi privati o politici.

Che cosa intende?
Intendo che siamo stufi di vedere Regione e Comune che litigano su tutto. E su Aler e MM. E su Atm e Trenord, e su questo e su quello. La verità è che stanno facendo campagna elettorale sulle spalle e con i soldi dalle tasche dei cittadini.

@FabioAMassa

Tags:
patca granda







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.