A- A+
Milano
Per giudicare Dolce e Gabbana il Palazzo di Giustizia non va in vacanza

I giudici che hanno condannato in appello a un anno e 6 mesi di reclusione gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana per evasione hanno annullato la sospensione dei termini processuali nel periodo feriale per l'avvicinarsi della prescrizione dei due episodi di omessa dichiarazione dei redditi contestati. Di conseguenza, in caso di impugnazione della sentenza di condanna, il processo sarà discusso davanti alla sezione feriale della cassazione come accaduto l'anno scorso per il processo Mediaset a carico dell'ex premier Silvio Berlusconi.

La seconda corte d'appello ha applicato l'articolo 240 bis del codice di procedura penale su richiesta della procura, secondo la quale le accuse si prescrivono il 28 agosto e il 31 ottobre. Ora la corte si appresta a depositare le motivazioni della sentenza risalente allo scorso 30 aprile e dal momento del deposito, i difensori hanno 45 giorni di tempo per presentare l'impugnazione annunciata subito dopo la condanna.

Intanto però gli avvocati Massimo Dinoia e Armando Simbari, legali degli stilisti, hanno presentato ai giudici d'appello una richiesta di revoca della mancata applicazione della sospensione feriale, sostenendo che le date indicate dai pm sono errati: per i legali degli stilisti i due episodi contestati andranno prescritti rispettivamente il 29 luglio (fuori dalla sospensione feriale) e il primo novembre e dunque non sussistono gli estremi previsti dalla legge per concedere la prescrizione.

Tags:
dolce gabbana







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.