A- A+
Milano
Per il post Aler il Comune pensa a Mir. Inside di Affaritaliani.it

di Fabio Massa

Per adesso, è poco più di una scatola vuota. Ma nel futuro la MIR (Milano Immobili Reti Srl) potrebbe diventare centrale nella gestione del patrimonio pubblico milanese. Secondo indiscrezioni, potrebbe infatti essere Metropolitane Milanesi a gestire la parte manutentiva nel caso il Comune decidesse di non rinnovare la convenzione con Aler per la gestione delle case popolari di Palazzo Marino. Insomma, il pensiero di Pisapia è semplice: MM ha le competenze ingegneristiche e non solo per intervenire. E quindi, a lei la manutenzione. Ancora nulla di certo né definito, ovviamente, è sul tavolo. Anche perché per adesso Metropolitane non è stata coinvolta in nessun modo.

Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, la "polpa" starebbe però in capo a Mir. Del resto, la scatola vuota ha uno stato che pare si attagli alla perfezione per il compito che dovrebbe andare a svolgere. Nello statuto infatti c'è scritto che "la società ha per oggetto l'acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, la vendita, la costruzione, il miglioramento e la gestione di beni mobili e immobili, di complessi e di impianti industriali in genere, di iunfrastrutture e di unità ausiliarie, strumentali al conseguimento degli scopi d'istituto degli enti pubblici proprietari".

Ma non ci sono rose senza spine, e quindi eccone un po'. La prima "spina" riguarda la competenza. Gestire un patrimonio di case popolari come quelli di Milano non è una cosa da poco. E la "scatola" Mir dovrebbe essere riempita prima di tutto di competenze specifiche, e non solo di passaggi burocratici. La seconda spina è invece connaturata al servizio di gestione che andrebbe ad offrire. Fino ad oggi la realtà di Aler è stata molto semplice: la legge (regionale) vorrebbe che l'housing sociale si autofinanziasse, ma gli introiti sono di gran lunga inferiori alle spese. Quindi, Aler sta fallendo. Come fare in modo che Mir (e di conseguenza MM) non subiscano la stessa emorragia? Ovvero: se Mir non riceve soldi e il bilancio non è in equilibrio, si trascinerebbe dietro MM in un vortice di difficile risoluzione. Per la serie: la scatola c'è, ma l'importante è come tenerla in equilibrio.

@FabioAMassa

Tags:
alercomunemir







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.