A- A+
Milano
carmeloferraro

di Carmelo Ferraro,
candidato nella lista civica Con Ambrosoli Presidente

In Lombardia, dove Umberto Ambrosoli assegna alle politiche occupazionali di donne e giovani il primo posto dell’agenda ponendosi come obiettivo 300.000 nuovi posti di lavoro in cinque anni, i candidati al consiglio regionale si stanno confrontando con le politiche occupazionali proponendo interventi che possano essere concretamente d’aiuto alle sempre più numerose persone senza lavoro e che affronteranno i prossimi mesi. Si confronta sul tema Carmelo Ferraro, candidato alle elezioni regionali per la Lista Patto Civico con Ambrosoli.

Sono dirigente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Segretario dell’Unione Lombarda Ordini Forensi. Faccio un lavoro che mi piace, a contatto con la gente e lo faccio con passione. Negli ultimi anni mi sono impegnato ad avvicinare le persone alla giustizia attraverso l’informatizzazione del servizio giudiziario e l’istituzione di poli di orientamento ai cittadini. Il mio lavoro mi arricchisce perché mi mette in contatto con le esigenze delle persone che hanno fatto crescere in me nel tempo un senso di responsabilità verso i loro bisogni reali. Mi sono candidato rispondendo alla chiamata personale di Umberto Ambrosoli che mi ha invitato a convergere nella Lista Patto Civico Per Ambrosoli Presidente.

 Il tema che mi sta più a cuore è quello del lavoro. Chi governerà la Regione dovrà affrontare  con serietà politiche occupazionali con estrema concretezza e orientamento al bisogno quotidiano della persona. Trovo che sia indispensabile affrontare  la trasformazione economica e produttiva partendo dalla formazione, che deve essere orientata all’occupabilità: bisogna formare figure professionali per quei settori dove c’è offerta di lavoro, ad esempio nell’ambito delle nuove tecnologie e dell’innovazione, dove la Lombardia può essere un’eccellenza.
 L’innovazione è l’altra faccia della medaglia del tema occupazione, il vero motore dell’economia e i nuovi servizi e la trasformazione produttiva dovranno essere nei prossimi anni un volano per la creazione di nuova offerta lavorativa e per incoraggiare la nascita e l’impiego di specifiche figure professionali.

E’ indispensabile intervenire e farlo tempestivamente, mettendo al centro la persona: moltissime persone versano in situazioni precarie dopo aver perso il proprio lavoro, molte non hanno un’adeguata copertura sociale o non posseggono le condizioni per poter essere nuovamente occupate e tutte subiscono la crescita continua della pressione fiscale: in questo caso essere tempestivi si dovrebbe tradurre nell’integrazione dei redditi famigliari tramite un reddito di autonomia, per portare tutti ad una soglia minima per vivere dignitosamente e per incoraggiare i consumi, senza dei quali il tessuto produttivo non può ripartire.
Il mio impegno per la Lombardia vuole mettere la persona e la solidarietà al centro: vorrei restituire alle persone la dignità e la possibilità di fare progetti.

Tags:
carmelo ferraro






A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.