A- A+
Milano

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Cassano d'Adda hanno tratto in arresto Antonino A., di 41 anni, e Francesco B., di 64 anni, entrambi di origini siciliane ma abitanti a Pioltello. L'intervento - spiegano i militari - è diretta conseguenza delle indagini svolte a seguito dell'esplosione di un colpo d'arma da fuoco all'indirizzo di un'autovettura, lasciata in sosta durante la notte dello scorso 12 agosto in un parcheggio di Pioltello, in uso al figlio di un pregiudicato del luogo e con il quale gli arrestati avevano litigato per futili motivi. Nel corso della perquisizione dell'abitazione del 41enne ed al cui interno era presente anche il 64enne, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola cal.7,65, funzionante e con il colpo in canna, completa di caricatore e relativi proiettili e con la matricola abrasa, nonchá un fucile cal. 12, anch'esso privo di matricola. I due custodivano illegalmente anche vario munizionamento, alcuni coltelli, un bilancino elettronico e dell'hashish. Sono in corso accertamenti tecnici per acclarare se la pistola sequestrata sia quella utilizzata per compiere l'atto intimidatorio.

Tags:
pioltello







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.