A- A+
Milano
Pisapia: "Pedemontana opera inutile". Maroni: "Sono esterrefatto"

"Sono rimasto stupito ed esterrefatto dalle dichiarazioni del sindaco di Milano che dice che la Pedemontana è un'opera inutile che va fermata e che lui è contrario alla sua realizzazione". Lo ha detto il presidente della Regione Roberto Maroni nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo Lombardia dopo la seduta della giunta regionale "La Pedemontana - ha proseguito il governatore - è una delle grandi infrastrutture per la Lombardia, fondamentale e utilissima per la mobilità: dire queste cose significa attentare alla realizzazione stessa dell'opera perchá non c'è coinvolto solo il pubblico ma ci sono le imprese private: si tratta di un sistema che richiede investimenti e fiducia e se le istituzioni dicono certe cose la fiducia viene meno".

"Dire queste cose - ha aggiunto - rischia di creare sconcerto tra gli imprenditori privati e gli investitori e vorrei che fosse chiaro che per la Lombardia la Pedemontana va fatta e andrà fatta, e anche il ministro delle Infrastrutture ha confermato questa posizione, per cui questa voce fuori dal cuore del sindaco del Comune di Milano mi sembra una voce 'dal sen fuggita' e spero la ritiri, altrimenti aggiungiamo solo problemi a problemi. Stasera chiederò al sindaco di Milano di riflettere su queste affermazioni, perché è un messaggio devastante che rischia di compromettere un'opera fondamentale per la mobilità lombarda". "Sono doppiamente preoccupato per la Pedemontana - ha concluso il governatore della Lombardia - perché se non si fanno le cose che si devono fare per via l'inadempienza del Governo e se si danno questi messaggi negativi il rischio che si chiudano i cantieri aumenta, per cui chiedo al Governo di fare quello che deve fare, e di farlo in fretta, e chiedo a chi per ora non è direttamente coinvolto nel fare queste opere di astenersi dal fare questi commenti negativi".

AGNOLONI - In merito alle dichiarazioni rilasciate questa mattina dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia a proposito della realizzazione della Pedemontana Lombarda, l'amministratore delegato della società e presidente di Milano Serravalle (che ne detiene la maggioranza) ha così commentato: "Appare singolare che un sindaco espressione della sinistra voglia mettere in discussione un'opera che ad oggi da lavoro a oltre 250 aziende e 3000 addetti e che prevede nel prossimo futuro, a esecuzione completa in atto, di occupare tra le 4500 e le 5000 persone. In un momento congiunturale e sociale nel quale il lavoro è priorità civile - prosegue Agnoloni - e tenendo presente che oltre il 40 per cento delle aziende impegnate sui cantieri di Pedemontana è localizzato in Lombardia, è nostro dovere per quanto ci è possibile tutelare le famiglie dei nostri lavoratori. Infine faccio notare - conclude Agnoloni - che il ministro responsabile delle infrastrutture nel governo guidato dal segretario del PD, si impegna quotidianamente a garanzia del proseguo della realizzazione di questa infrastruttura da troppi anni attesa e importante elemento di sviluppo economico. Invito quindi il Sindaco a unirsi allo sforzo delle altre istituzioni locali e nazionali nel trovare soluzioni adeguate a risolvere i problemi, senza crearne ulteriori".

CATTANEO - "Complimenti al sindaco Pisapia: in un colpo solo ha reso evidente di non essere in grado di realizzare le opere che dipendono dal Comune di Milano, come nel caso della M4, e di non essere in sintonia con i lombardi, evocando una tardiva contrarietà alla realizzazione della Pedemontana" lo dichiara il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, commentando le dichiarazioni del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. "Pisapia, forse, non si ß neppure accorto che, grazie all'impegno di Regione Lombardia, la prima tratta di Pedemontana e i primi lotti delle tangenziali di Como e Varese non sono più un progetto, ma sono praticamente concluse e verranno aperte al traffico nei prossimi mesi. Mi pare non si possa dire altrettanto, in vista di Expo, per i cantieri di competenza del Comune di Milano. I lombardi attendono da decenni la Pedemontana e tra qualche mese potranno percorrerla. È triste costatare una volta di più come il sindaco di Milano e la parte politica che rappresenta si schierino dalla parte sbagliata; quella del partito del no: non fare, non condividere, non realizzare quanto promesso" ha concluso Cattaneo.

Tags:
pisapiapedemontana







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.