A- A+
Milano
Pisapia se ne va, il Pd rinnova la segreteria. Il mistero della giunta. Inside

di Fabio Massa

UN PD UNITO/ Più che riti di passaggio, snodi decisivi. Il Pd di Milano è al centro, dopo il ritiro dalla contesa elettorale di Giuliano Pisapia, di un vero e proprio crocevia. Del resto, dal primo partito della coalizione, forte del 44 per cento alle ultime Europee, passa gran parte del potere oggi, dopo il “gran rifiuto” di Giuliano. Per questo, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, cade “a fagiolo” il rinnovo della segreteria metropolitana, che il segretario Pietro Bussolati vuole giovane e soprattutto unitaria (tradotto: con tutte le correnti dentro). Secondo i rumors, dovrebbero entrare Matteo Mangili, leader di Sinistra Dem su Milano, Silvia Roggiani, coordinatrice del gruppo finanziamento di Bella Ciao!, Santo Minniti, segretario del circo Pd del Giambellino. La nomina dovrebbe avvenire martedì sera.

UNA GIUNTA UNITA/ Giunta unita nel senso che Pisapia, davanti alla giunta unita, non ci è mai andato per preannunciare che non si sarebbe ricandidato. La conferenza stampa è stata convocata ufficialmente alle 16. Alle 15 erano state fatte le prime telefonate ai capigruppo in consiglio. Alle 17 c’è stato l’annuncio ufficiale. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, una riunione con la squadra di governo l’avvocato non l’ha fatta. Paura di fughe di notizie? Non piena fiducia in qualche membro della compagine? Ah, saperlo…

TUTTI UNITI PER LE PRIMARIE/ Il Pd vuole le primarie. Unito e compatto. Ma ha una paura: che Pisapia non le voglia, e che voglia imporre il candidato. Il Pd vuole le primarie. Unito e compatto. Ma ha un’altra paura: che Renzi non le voglia, e che voglia imporre il candidato. Paure da inizio di campagna elettorale.

@FabioAMassa

Tags:
pisapiaelezionisegreteriagiuntainside







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.