A- A+
Milano
Podestà molla Ncd e va da Passera: "Ma non sarò dirigente"

di Fabio Massa

A volte capita di essere presi, come si suol dire, “con le mani nel sacco”. La storia è questa: ieri Affaritaliani.it Milano pubblica l’indiscrezione secondo la quale l’ex presidente della Provincia Guido Podestà sta per confluire in Italia Unica, il movimento di Passera. E secondo la quale c’è tutta un’attività di invito e scouting in Forza Italia in vista di un evento del 7 febbraio (anche questo, anticipato solo da Affari). Il livello di dettaglio era ancora più elevato però: pare infatti che chi ha ricevuto quelle telefonate abbia capito che Podestà si accingeva ad essere incoronato coordinatore unico. Cosa che Italia Unica, peraltro con un comunicato molto scarno, ha inteso smentire. Ma Podestà che cosa fa? Parla a Il Giorno (e al Corriere della Sera e a Repubblica che però correttamente hanno citato Affari). Ecco che cosa dice: “Se conosco Passera? Sì, da molto tempo. Ho collaborato con lui quando era ministro del Governo Monti. Il Governo non è stato convincente, Passera sì. Ho il desiderio di confrontarmi con lui. Questo non significa né essere iscritto a Italia Unica né diventare il segretario milanese del nuovo partito come raccontano certe indiscrezioni”. Quindi? Quindi conferma proprio le “certe indiscrezioni di Affari”. “Quindi sabato 7 febbraio - continua Podestà - io e alcuni amici abbiamo organizzato un appuntamento, forse all’Unione del Commercio di corso Venezia (anche qui, una conferma per Affari, ndr), durante il quale ci confronteremo con Passera”. Il titolo dell’intervista, del resto, è eloquente: “Podestà molla Ncd e va da Passera: serve un’alternativa di centrodestra”. Poi, nel corso di un colloquio telefonico con Affari Podestà precisa ancor meglio il suo punto di vista: "Ho dato 20 anni alla politica, non voglio assolutamente avere ruoli organizzativi. E' vero però che con alcuni amici ci vogliamo confrontare per conoscere le idee di Passera, persona con la quale ho un antico rapporto. Tuttavia per quanto riguarda incarichi, il mio motto adesso è: largo ai giovani"

@FabioAMassa

Tags:
podestàncditalia unica







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
Di Klaus Davi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.