A- A+
Milano
Preso il pirata della strada che investì la consigliera del Pd di Pavia
elena madama

E' stato fermato dalla polizia al parco della Galleana di Piacenza uno dei due uomini accusati di aver travolto e ridotto in coma a Pavia Elena Madama, 26enne consigliera comunale del Pd. L'uomo, Radion Suvac, faceva parte secondo gli inquirenti, di una banda specializzata in furti di navigatori satellitari. Identificato anche il secondo pirata della strada, un russo di 18 anni attualmente ricercato. Suvac, accusato di tentato omicidio, rapina e ricettazione, sara' sentito nelle prossime ore dal Gip di Piacenza per l'udienza di convalida dell'arresto. Elena Madama era stata investita e trascinata per circa 600 metri dall'auto pirata, il 13 novembre scorso lungo la 'Strada Nuova' di Pavia all'altezza di piazza Italia. I due investitori erano poi fuggiti a piedi facendo perdere le proprie tracce. Molte le persone che a quell'ora, intorno alle 19, avevano assistito alla scena e potuto quindi tracciare un identikit dei due uomini che dopo mesi di indagini, intercettazioni e appostamenti, sono stati identificati.

Tags:
elena madamapaviaradion suvac







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.