A- A+
Milano
scala ap 2
 
 

La Prima della Scala si avvicina. E fervono i preparativi. Sia al Teatro più celebre del mondo che nelle case dei notabili, le cui consorti preparano vestiti e mise per uno degli eventi mondani dell'anno. E, dunque, chi ci sarà? E chi invece potrebbe mancare? Tra gli assenti si è iscritto fin da subito il premier Enrico Letta. Ha già detto che per impegni personali non potrà presenziare. Una scelta dal sapore politico, ben diversa da quella fatta da Mario Monti lo scorso anno. Chi ci sarà sicuramente sarà come al solito il presidente della Repubblica Napolitano con la moglie Clio. Ci saranno ovviamente i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso. E ci saranno i ministri come Bray, Saccomanni e Cancellieri, che hanno già confermato. Tra i ministri pare certa la presenza dei due ciellini Mario Mauro e Maurizio Lupi. Entrambi hanno con Milano un rapporto strettissimo. E chissà che nel foyer non possano intrecciare qualche discussione di politica con il loro amico di lunga data (anche se qualcuno vocifera di frizioni con Lupi) Roberto Formigoni, che attualmente è senatore. Sempre sul fronte Nuovo Centrodestra dovrebbe esserci la pattuglia provinciale. Dalla Regione dovrebbe arrivare anche il presidente del consiglio Raffaele Cattaneo e l'assessore alla Cultura Cristina Cappellini, che pur essendo una poetessa non disdegnerà di certo una grande esecuzione di Verdi. Ci dovrebbe essere pure Roberto Maroni, che non sarà più segretario federale della Lega Nord. Non si sa se ad accompagnarlo in questa situazione mondana ci sarà la fedelissima portavoce Isabella Votino. Dubbi anche su Matteo Salvini, che potrebbe essere già stato nominato alla guida del movimento. Ha criticato fortemente la scelta del nuovo sovrintendente Pereira da parte del sindaco.

Da Palazzo Marino arriveranno Giuliano Pisapia con la moglie Cinzia Sasso e come al solito gli assessori, con Filippo Del Corno, musicista e titolare delle delega alla Cultura, in testa a tutti. Il presidente del consiglio Basilio Rizzo ci andrà, alla Prima, ma nel versante dei manifestanti, come sempre dal 1969. Ma l'appuntamento sarà anche un importante meeting del mondo finanziario che sotto la Madonnina ha il suo cuore. Dovrebbe esserci, salvo impegni imprevisti, Paolo Scaroni, amministratore delegato dell'Eni, che lo scorso anno mancò per l'inaugurazione dell'opera che sta cambiando l'Europa, il South Stream. Sempre dall'Eni dovrebbe arrivare il presidente Giuseppe Recchi. Ci sarà quasi sicuramente anche Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, e il potente capo di Assolombarda Gianfelice Rocca. Generalmente non "buca" una prima neppure Corrado Passera, accompagnato dalla moglie Giovanna Salza. Dovrebbe arrivare l'ad di Unicredit Federico Ghizzoni. L'anno scorso c'era Dieter Rampl, che però non ha confermato la sua presenza. La famiglia Berlusconi presenzierà, con tutta probabilità, con Barbara Berlusconi. Sempre che i litigi con Adriano Galliani cessino definitivamente, visto che anche lui è un appassionato non solo della Scala del Calcio ma anche di quella originale. Dalla grande squadra di Expo ci saranno Diana Bracco, presidente di Padiglione Italia e Giuseppe Sala, ad di Expo Spa. L'anno scorso c'era e si attende il suo ritorno, il patron del Napoli (nonché produttore cinematografico) Aurelio De Laurentiis. Non mancherà Valeria Marini, che non si perda una Prima e Marta Marzotto. Habituè anche Gabriella Dompè e Marta Brivio Sforza, gli stilisti Renato Balestra e Lorenzo Riva.

Tags:
prima scala






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.