A- A+
Milano
Processo Santa Giulia, gli imputati "vedono" la prescrizione

Il processo Santa Giulia rischia di morire... di prescrizione in culla. E' l'aria che tira nelle aule del tribunale, dove i legali degli imputati, tra i quali anche l'ex dirigente dell'Ufficio bonifiche del Comune, Annalisa Gussoni, e l'ex responsabile dell'Ufficio milanese dell'Arpa, Paolo Perfumi, hanno infatti affermato che la prescrizione sarebbe già avvenuta, in quanto l'ultimo sversamento di rifiuti nella discarica sopra la quale sarebbe poi stato realizzato il nuovo quartiere risale al maggio del 2008. E gli imputati avrebbero ceduto i propri ruoli e cariche entro ottobre 2009. Ed ancora: risalendo l'ultimo sequestro della Guardia di finanza al luglio 2010, la prescrizione è comunque dietro l'angolo: luglio 2015. La parola passa ora al presidente Turri, che si esprimerà il 19 gennaio. Anche data la ristrettezza temporale, la Procura ha invitato le difese e le parti civili (centotrenta i residenti ammessi) a trovare un accordo per transare.

Tags:
santa giuliaprocessoinquinamento







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.