A- A+
Milano
Questore di Bergamo indagato per induzione indebita e peculato
fortunato finolli

Il questore di Bergamo Fortunato Finolli è indagato per induzione indebita e peculato. Finolli, 61 anni, arrivato a Bergamo tre anni fa dopo un lungo periodo a Milano (dov'e' stato anche assessore alla Sicurezza della Giunta Albertini) è accusato di avere organizzato un contatto fra il direttore dell'Inps di Bergamo Angelo D'Ambrosio e il suo amico Gianni Cottone, imprenditore ex marito di Valeria Marini, che chiedeva di dilazionare 15 milioni di debiti tra Inps e Agenzia delle Entrate con la societa' di intermediazione di lavoro Maxwork per la quale lavorava. Finolli avrebbe quindi esercitato una pressione psicologica sul direttore dell'Inps. Lui ha sempre ribattuto che nulla di illegale e' stato commesso. L'ufficio e l'appartamento di Finolli sono stati perquisiti. Il questore si e' messo in ferie.

Gianni CottoneGianni Cottone e Valeria Marini
 
Tags:
fortunato finolligianni cottoneinduzione indebitapeculato







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.