A- A+
Milano

Via Sassetti angolo via Melchiorre Gioia. Sabato 29 giugno alle ore 9.45. Un giovane di 35 anni di nome Gianluca, originario di Caserta, ma da dieci anni residente a Milano, commesso in uno store di abbigliamento di corso Buenos Aires viene aggredito a seguito di un alterco. L'episodio scoppia quando lui è ancora in sella alla sua bicicletta e l'aggressore alla guida di un'auto sportiva.

Fermato il veicolo, l'uomo sui trent'anni e di media corporatura, scende e passa dalle parole ai fatti: accortosi di aver di fronte un ragazzo omosessuale, prima lo insulta, poi lo colpisce con pugno al volto. Quindi risale in macchina e ne va imboccando via Melchiorre Gioia verso il centro della città. Gianluca, con il naso rotto e sanguinante, si reca al lavoro dove viene soccorso dai colleghi che chiamano il 118.

L'ambulanza lo porta al Fatebenefratelli dove viene medicato: 15 giorni di prognosi per trauma facciale con infrazione delle ossa nasali e cervicalgia con irregolarità del processo traverso C7. Subito dopo la medicazione Gianluca si reca in Questura e denuncia il fatto alla Polizia. Gli agenti registrano l'accaduto: a verbale lesioni e ingiuria, con l'aggravante dell'omofobia.

Questa è la cronaca dell'esperienza vissuta da Gianluca P. In questi giorni è ancora a casa e si è rivolto al Comune di Milano che da qualche mese ha una casella di posta elettronica cui scrivere per denunciare episodi di discriminazione e avere un aiuto. Ha voluto che la sua storia fosse raccontata. Alle sue parole aggiungiamo le nostre.

"Siamo vicini a Gianluca - afferma l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino -  e da noi avrà tutto il sostegno possibile per affrontare le prossime settimane e compiere tutti i passi che saranno necessari a fare chiarezza sull'accaduto nella speranza che chi lo ha aggredito possa essere identificato. Milano è e deve rimanere una città dove episodi di questo tipo devono essere condannati e isolati affinchá il rispetto dell'altro, anche quando diverso da noi, guidi il comportamento di tutti".

"La Casa dei Diritti che apriremo in autunno - ha ricordato Majorino - contribuirà a far emergere casi simili nei quali il Comune continuerÖ ad accompagnare e a seguire le vittime di ogni tipo di discriminazione e violenza".
 

Tags:
omofobiagayaggressione






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.