A- A+
Milano
Razzano tuttofare, i figli di Delrio e gli azzurri. Cattiverie dalla Festa dell'Unità

di Fabio Massa

CATTIVERIA-1/ Finita la festa, Razzano andrà in vacanza? Si fa un gran vociare - scherzoso, ovviamente - sullo stakanovista responsabile organizzativo del Pd, che durante la Festa dell'Unità ha fatto davvero di tutto. Ha placato i contestatori, ha placcato (prima dell'inizio) tutti quelli che volevano mettere il naso nel programma, ha moderato, condotto, diretto, accolto sia Maroni che la Gelmini, si è fatto fotografare con tutti (a volte con effetti comici - vedi quella con Fassino).

CATTIVERIA-2/ Il sottosegretario Delrio, raccontando il primo giorno di scuola e l'educazione dei giovani, se ne esce con una frase: "Non è che se io do un'indicazione a mio figlio quello fa il bravo per 40 anni". Brusio in sala e contro-battuta: "Di quale dei suoi nove figli starà parlando?".

CATTIVERIA-3/ Volete sapere dove si è spaccata Forza Italia, che proprio ieri - come anticipato da Affari - ha mandato una lettera di fuoco contro il coordinatore cittadino Giulio Gallera? I soliti bene informati dicono che è avvenuto ai tavolini della Festa dell'Unità, poco prima del discorso di Mariastella Gelmini.

CATTIVERIA-4/ E' proprio incredibile, ma è così: della città metropolitana gliene frega qualcosa a qualcuno. Nello scatolo, sballottato un po' dentro e un po' fuori il tendone dei dibattiti, il numero di "segnalazioni e suggerimenti" per il nuovo ente è addirittura aumentato rispetto ai primi giorni. Di poco, però.

CATTIVERIA-5/ Certe cose non cambiano. Ad esempio, il libro sull'Inter proprio all'entrata della libreria, omaggio forse ai colori del sindaco Pisapia, di Stefano Boeri e soprattutto del segretario Pietro Bussolati. Un libro che - sempre a detta del segretario - dovrebbe diventare la "bibbia" del partito. Pare che juventini e milanisti siano già in rivolta. A proposito: il libro era sempre là, anche alla fine della festa. Chissà perché nessuno se l'è comprato.

CATTIVERIA-6/ Riassumendo: durante le due settimane della festa la nuova segreteria ha incassato la nomina di un giovane (Alessandro Russo) alla presidenza di Cap Holding, ha incassato le nomine dell'Anci, gli assetti della città metropolitana, ha rintuzzato l'attacco dei Cinque Stelle sulle firme del nuovo ente, e si è pure levato la soddisfazione di vedere gli azzurri disintegrarsi. Non un brutto bilancio. Chissà che cosa succederà settimana prossima con la nuova segreteria.

@FabioAMassa

Tags:
razzanodelrio







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.