A- A+
Milano

Cinque arresti per una rissa scoppiata all'Ortomercato di Milano. Ad intervenire, ieri mattina, e' stata la polizia locale che ha arrestato 5 cittadini di origine egiziana, di eta' compresa tra i 38 e i 22 anni. Erano circa le sei di mattina quando gli agenti, in servizio presso la struttura di via Lombroso, sono intervenuti all'interno del padiglione 'A' per la rissa scoppiata tra gli egiziani, che brandivano spranghe di ferro e sferravano calci e pugni. Gli agenti sono riusciti a bloccarli e a identificarli. Le telecamere di sorveglianza, che hanno ripreso ogni momento della colluttazione, sono state utili per la ricostruzione dei fatti e per individuare le specifiche responsabilita'. Sembra comunque che i cinque, divisi in due fazioni, si siano picchiati per ragioni che non sono legate alle attivita' svolte all'interno dell'Ortomercato. Dopo essere stati medicati per contusioni ed escoriazioni in vari ospedali di Milano, sono stati tratti in arresto per rissa aggravata compiuta all'interno di una struttura pubblica.

Tags:
ortomercatorissa







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.