A- A+
Milano
Salvini contestato dagli antagonisti, lui fa il dito medio dall'auto

Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini e' stato duramente contestato da un gruppo di antagonisti all'uscita da uno stabile degradato a cui aveva fatto visita per denunciare il problema degli abusivi, in via Crespi, nei pressi di viale Monza a Milano.

Gli antagonisti hanno seguito e lanciato insulti all'indirizzo di Salvini per un centinaio di metri nel tragitto dallo stabile alla sua auto. Il segretario del 'Carroccio' e' poi andato via protetto dalla polizia. 

Prima di salire sull'auto, Salvini ha mandato ironicamente dei baci a chi lo contestava. Poi, mentre andava via in auto, ha messo il braccio fuori dal finestrino, mostrando il dito medio ai contestatori, appartenenti al centro sociale 'Transiti'. Gli antagonisti lo hanno insultato a piu' riprese, urlando "m...", "zecca", "razzista", "vai via", "Milano non ti vuole". Gia' all'interno dello stabile di via Crespi 10, Salvini era stato contestato da quattro esponenti di un comitato cittadino che hanno esposto uno striscione con scritto: "Via Padova e' sempre anti-razzista". Il leader della Lega, facendo il giro dello stabile, ha attaccato la situazione di degrado, chiedendo che vengano ripristinati "ordine" e "legalita'" nelle periferie della citta'. In via Crespi 10, Salvini ha denunciato un'elevata presenza di abusivi. "Questa e' la Milano dell'Expo", ha aggiunto ironicamente.

Tags:
salviniantagonistimilano







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.