In 25mila under 30 hanno provato ad aggiudicarsi il biglietto per peter assistere alla Anteprima della Traviata che si terrà stasera al Teatro della scala. Troppe richieste, tanto che il sito è andato in tilt. Ma stasera, per i pochi fortunati che hanno comprato il biglietto per soli 10 euro sarà uno spettacolo da autentica Prima. I ragazzi saranno i primi a poter assistere allo spettacolo diretto da Daniele Gatti. 

LO SPETTACOLO: L'opera si svolgerà tutta in spazi interni come anticipa il regosta Dmitri Tcherniakov e, a quanto sembra non mancheranno le famose camelie, fiore simbolo della bella Violetta Valery. Le protagonista sarà interpretata sdalla bionda Diana Damrau che ha già interpretato il ruolo. Per la Damrau sarà una prova molto importante eperchè la cantante non potrà che essere accostata alle altre grandi che hanno interpretato il ruolo come Maria Callas, Anna Netrebko, e la romena Angela Gheorghiou. Forse, proprio per distiguerla dalle altre, il regista ha deciso di lasciarele i capelli biondi...

Alfredo Germont, l'amate della protagonista sarà interpretato dal temore polacco Piotr Beczala. Mentre il ruolo del padre è di Željko Lučić: "Un Germont estremo - assicura il direttore Gatti -. Glaciale, ipocrita, senza sentimenti".
 
MILANO SI MOBILITA - Chi non ha meno di 30 anni e non ha potuto comprare i biglietti della Prima potrà partecipare all'evento grazie a una serie di iniziative che si svolgeranno in città in questi giorni.  Edison, main sponsor del prossimo Sant'Ambrogio, ospita in Foro Buonaparte 31 gli incontri (ore 18) "Pensieri intorno a Violetta". E proprio mercoledì sera , a riflettere intorno al personaggio di Violetta saranno Lella Costa e Gaia Varon, mentre il 6 sarà il soprano Tiziana Fabbricini.
In tutta la città si sentiranno arie della famosissima opera grazie alle eco-bici di Edison. Così come sarà energia pulita prodotta da centrali storiche Edison ad illuminare il 7 dicembre scaligero. Perché proprio Edison, 130 anni fa, portò per la prima volta la luce elettrica in Scala.
La Traviata culmina in un lutto, il sipario cala su Violetta morta. Eppure è il famoso brindisi (Libiamo ne lieti calici) l'icona sonora di quest'opera. Che sarà festeggiata con una bottiglia Bellavista ad hoc, con tanto di logo delle Celebrazioni verdiane e una cascata di petali e violette: un'edizione limitata della Riserva Moretti 2004.
Al MIC - Museo Interattivo del Cinema, fino al 7 dicembre scorre la rassegna cinematografica e musicale in omaggio al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Tra le pellicole, c'è il rarissimo filmato dei funerali di Giuseppe Verdi e il film muto restaurato da Cineteca Italiana La signora delle camelie (1921), con Rodolfo Valentino.
Allo Spazio Teatro NO'HMA Teresa Pomodoro il 5 e il 6, alle ore 21, Stefano Jacini racconta curiosità e aneddoti di questo melodramma verdiano: una conversazione musical letteraria la cui regia è affidata a Charlie Owens. Le Edizioni Curci per l'occasione hanno messo in circolo due volumi. Around Milan With Verdi, in inglese, è destinato a stranieri ed è una guida turistica sulle orme di Verdi (Scala, Confetteria Bertani, il Caffè della Cecchina). E fra i libri-gioco per bimbi, spunta un volume dedicato a Traviata, a cura di Cecilia Gobbi. Il 16 dicembre, ore 18.30, al Centro diagnostico Italiano (via Siant Bon, 20) si inaugura la mostra "PrimeDonne Le Eroine di Verdi: Amanti, Vittime e Traviate". Una mostra di costumi realizzati dagli allievi del Corso per sarti dell'Accademia del Teatro alla Scala, l'istituzione che coproduce l'evento con la Fondazione Bracco.

 

2013-12-04T09:16:22.053+01:002013-12-04T09:16:00+01:00truetrue1546116falsefalse87Milano/milano4131004415462013-12-04T09:16:22.117+01:0015462013-12-04T16:12:42.573+01:000/milano/scala-attesa-per-la-primina021213false2013-12-04T13:21:52.44+01:00310044it-IT102013-12-04T09:16:00"] }
A- A+
Milano

 

In 25mila under 30 hanno provato ad aggiudicarsi il biglietto per peter assistere alla Anteprima della Traviata che si terrà stasera al Teatro della scala. Troppe richieste, tanto che il sito è andato in tilt. Ma stasera, per i pochi fortunati che hanno comprato il biglietto per soli 10 euro sarà uno spettacolo da autentica Prima. I ragazzi saranno i primi a poter assistere allo spettacolo diretto da Daniele Gatti. 

LO SPETTACOLO: L'opera si svolgerà tutta in spazi interni come anticipa il regosta Dmitri Tcherniakov e, a quanto sembra non mancheranno le famose camelie, fiore simbolo della bella Violetta Valery. Le protagonista sarà interpretata sdalla bionda Diana Damrau che ha già interpretato il ruolo. Per la Damrau sarà una prova molto importante eperchè la cantante non potrà che essere accostata alle altre grandi che hanno interpretato il ruolo come Maria Callas, Anna Netrebko, e la romena Angela Gheorghiou. Forse, proprio per distiguerla dalle altre, il regista ha deciso di lasciarele i capelli biondi...

Alfredo Germont, l'amate della protagonista sarà interpretato dal temore polacco Piotr Beczala. Mentre il ruolo del padre è di Željko Lučić: "Un Germont estremo - assicura il direttore Gatti -. Glaciale, ipocrita, senza sentimenti".
 
MILANO SI MOBILITA - Chi non ha meno di 30 anni e non ha potuto comprare i biglietti della Prima potrà partecipare all'evento grazie a una serie di iniziative che si svolgeranno in città in questi giorni.  Edison, main sponsor del prossimo Sant'Ambrogio, ospita in Foro Buonaparte 31 gli incontri (ore 18) "Pensieri intorno a Violetta". E proprio mercoledì sera , a riflettere intorno al personaggio di Violetta saranno Lella Costa e Gaia Varon, mentre il 6 sarà il soprano Tiziana Fabbricini.
In tutta la città si sentiranno arie della famosissima opera grazie alle eco-bici di Edison. Così come sarà energia pulita prodotta da centrali storiche Edison ad illuminare il 7 dicembre scaligero. Perché proprio Edison, 130 anni fa, portò per la prima volta la luce elettrica in Scala.
La Traviata culmina in un lutto, il sipario cala su Violetta morta. Eppure è il famoso brindisi (Libiamo ne lieti calici) l'icona sonora di quest'opera. Che sarà festeggiata con una bottiglia Bellavista ad hoc, con tanto di logo delle Celebrazioni verdiane e una cascata di petali e violette: un'edizione limitata della Riserva Moretti 2004.
Al MIC - Museo Interattivo del Cinema, fino al 7 dicembre scorre la rassegna cinematografica e musicale in omaggio al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Tra le pellicole, c'è il rarissimo filmato dei funerali di Giuseppe Verdi e il film muto restaurato da Cineteca Italiana La signora delle camelie (1921), con Rodolfo Valentino.
Allo Spazio Teatro NO'HMA Teresa Pomodoro il 5 e il 6, alle ore 21, Stefano Jacini racconta curiosità e aneddoti di questo melodramma verdiano: una conversazione musical letteraria la cui regia è affidata a Charlie Owens. Le Edizioni Curci per l'occasione hanno messo in circolo due volumi. Around Milan With Verdi, in inglese, è destinato a stranieri ed è una guida turistica sulle orme di Verdi (Scala, Confetteria Bertani, il Caffè della Cecchina). E fra i libri-gioco per bimbi, spunta un volume dedicato a Traviata, a cura di Cecilia Gobbi. Il 16 dicembre, ore 18.30, al Centro diagnostico Italiano (via Siant Bon, 20) si inaugura la mostra "PrimeDonne Le Eroine di Verdi: Amanti, Vittime e Traviate". Una mostra di costumi realizzati dagli allievi del Corso per sarti dell'Accademia del Teatro alla Scala, l'istituzione che coproduce l'evento con la Fondazione Bracco.

 

Tags:
sccala priminaunder 30







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.