A- A+
Milano
Scala, Pisapia: "Incarico a Pereira anticipato di un mese"

L'incarico a Alexander Pereira come sovrintendente del teatro alla Scala "partira' il primo settembre", invece che dall'inizio di ottobre come finora previsto. Lo ha riferito il sindaco e presidente della Fondazione Teatro alla Scala Giuliano Pisapia, al termine del cda della fondazione. Per colmare il mese di "interregno" fra la fine del contratto di Stephane Lissner, che lascia al 31 agosto, e l'inizio di quello di Pereira l'1 ottobre il board della Scala ha concorsato che "l'incarico a Pereira come sovrintendente, con tutti i poteri previsti dall'attuale statuto partira' dal primo settembre - ha spiegato il sindaco - per recuperare quella lacuna su cui c'erano state valutazioni diverse, in quanto c'erano stati dei cambiamenti" con una "anticipazione del passaggio all'Opera di Parigi da parte di Lissner". Quanto a una variazione nel compenso di Pereira, per l'anticipazione di un mese "aspettiamo la conversione del decreto legge" Franceschini, che fissa un tetto al trattamento economico degli amministratori: "Se sara' convertito - ha proseguito il sindaco - lo sara' sicuramente prima" della partenza del contratto e dunque "avremo un elemento legislativo e non un decreto legge temporaneo" su cui basarsi.

Il cda della Fondazione teatro alla Scala ha approvato la proposta per la prossima stagione presentata da Alexander Pereira. Lo ha riferito il sindaco e presidente della Fondazione Giuliano Pisapia al termine del cda. Per il sindaco si tratta di "un stagione di grande eccellenza, molto aperta alla citta' e ai giovani, con una programmazione numericamente molto significativa durante il periodo di Expo". La stagione, ha confermato Pisapia senza voler fare anticipazioni, "sara' presentata ufficialmente il 17 giugno alla presenza di Pereira e Chailly". Approvando la proposta, il cda ha varato anche le modifiche all'ultima parte della stagione di quest'anno, che prevedono due concerti sinfonici in più, il Werther in forma di concerto, una produzione diversa per il balletto "Lo Schiaccianoci" e la Cenerentola di Rossini, opere che si sono dovute quindi contabilizzare.

"Il bilancio 2014 e' in pareggio". Lo ha detto il sindaco Giuliano Pisapia al termine del cda della Fondazione Teatro alla Scala. Per il bilancio di quest'anno del teatro, "per l'ennesima volta e' stato confermato il pareggio", ovvero per il decimo anno consecutivo, dall'arrivo alla Scala di sovrintendente Stephane Lissner.

Tags:
scalapisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.