A- A+
Milano
Scoperta una piantagione di marijuana nel Milanese: 3 arresti

I carabinieri della Compagnia di Cassano d'Adda hanno arrestato ieri pomeriggio tre uomini di nazionalita' italiana ritenuti i responsabili di un laboratorio clandestino per la coltivazione della marijuana. I militari stavano effettuando alcune verifiche nell'area industriale di Melzo, alle porte di Milano, e all'interno di un capannone abbandonato di 300 metri quadri hanno scoperto oltre 360 piante di marijuana, gruppi elettrogeni per la produzione di energia elettrica, 50 lampade alogene, un sistema per l'aerazione e l'irrigazione e tutti i macchinari necessari per essiccare, raccogliere e confezionare lo stupefacente. Le piante avrebbero fruttato 18 chili di droga, per un valore complessivo di circa 30mila euro. In manette sono finiti un 40enne, un 30enne entrambi originari della provincia di Milano, e il responsabile dell'azienda, un 60enne incensurato della provincia di Bergamo.

Tags:
marijuanamilanopiantagione







A2A
A2A
i blog di affari
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.