A- A+
Milano

Passione, gioia, coraggio sono l’antitesi della paura! Ed è proprio la paura che impedisce di prendere coscienza del nostro potere e della nostra responsabilità di innescare il cambiamento che porta al “disarmo interiore” prima, e conseguentemente al disarmo nucleare.

La Soka Gakkai Istituto Buddista Internazionale, consapevole che il pacifismo dei trattati deve essere affiancato dal pacifismo dei cuori promuove la mostra multimediale Senzatomica.

Frutto di una vasta campagna di sensibilizzazione ed educazione al disarmo nucleare, la mostra itinerante che si terrà a Milano dal 8 al 29 marzo 2013 presso la Rotonda della Besana, è stata allestita già in molti altri paesi: Stati Uniti, Nuova Zelanda, Norvegia e Austria ed è alla sua terza tappa in Italia dopo l’esordio di Firenze e di Pesaro dove è stata visitata da oltre 35.000 persone.

La mostra è organizzata in 2 itinerari, il primo dedicato ai bambini dagli 8 agli 11 anni è composto da 11 pannelli; mentre il percorso per adulti è composto da 42 pannelli che si avvale di supporti multimediali tra cui filmati inediti e testimonianze dei sopravvissuti ai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki.  Gli obiettivi di Senzatomica sono informare i cittadini sugli inganni e i paradossi della sicurezza fondata sulle armi nucleari, sviluppare un movimento promosso da cittadini comuni che rivendichi pacificamente il diritto a un mondo libero da questi strumenti di distruzione  al fine di sostenere la Convenzione Internazionale sulle Armi Nucleari entro il 2015.

L’iniziativa fa parte di un programma decennale di azioni a sostegno dell’abolizione delle armi nucleari proposto dal presidente della Soka Gakkai Internazionale Daisaku Ikeda agli Stati Uniti nel 2007. Daisaku Ikeda è un filosofo buddista riconosciuto dalle più prestigiose istituzioni educative e culturali internazionali ed è interlocutore dei principali pensatori e uomini di scienza della nostra epoca. Il suo pensiero incoraggiante e positivo verte a “trasformare lo spirito umano” per fondare un mondo libero da ogni tipo di prigionia, prima tra tutte quella generata dalle armi nucleari con il loro costo esorbitante e il conseguente l’impatto ambientale.

“E’ per noi giunto il tempo di applicare la stessa equazione di Einstein per far sgorgare l’infinito potenziale che esiste nel profondo del cuore di ogni persona e liberare il coraggio e l’azione delle persone comuni per creare un’indomabile forza di pace. In ultima analisi, questo è l’unico modo per porre fine agli incubi nucleari della nostra epoca. In questa operazione, nessuno ha un ruolo più essenziale da ricoprire dei giovani.”(Daisaku Ikeda). L’ingresso alla mostra è gratuito ed è previsto un servizio di visite guidate per incentivare la presenza di scolaresche e gruppi di studenti. Come dice il Dott. Andrea Bottai, vice direttore dell’Istituto Buddista italiano Soka Gakkai: “E’ necessario attivare un processo di consapevolezza nell’opinione pubblica, di formazione e informazione nei giovani perché possa svilupparsi in loro lo spirito critico al posto della paura!”

Rossana Mauri

 

Tags:
senzatomicamostramilano







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.