A- A+
Milano

Il direttore generale di Asam, Carmen Zizza, nella sua qualità di respondabile del procedimento di gara per la vendita di Milano - Serravalle, "al solo scopo di tutelare il regolare e corretto svolgimento del procedimento di evidenza pubblica in corso, puntualizza - spiega una nota - che nessun ribasso del prezzo è stato ancora deciso con riferimento alla Milano-Serravalle. Precisato ciò, i soci covenditori, in uno con Asam (quale socio di controllo di Milano-Serravalle) hanno condiviso l'opportunità di dar luogo ad una verifica del prezzo posto a base d'asta, al fine di assicurare la linearità dei prezzi fissati nel bando con il quadro attuale del mercato di riferimento. L'esecuzione di quanto deciso con i covenditori ricade nella sfera di competenza del RUP Carmen Zizza, su cui grava lo specifico dovere di garantire il diligente raggiungimento degli scopi sottesi alla procedura di gara. E' pertanto prematuro anticipare gli esiti di una verifica che non ß ancora iniziata e che potrebbe semplicemente confermare i valori economici che sono stati già posti a base del bando di gara. Ogni altra puntuale indicazione sarà comunicata dal RUP a tempo debito, nelle forme e nei modi richiesti dai fondamentali canoni di pubblicità, trasparenza ed efficacia cui deve attenersi la conduzione procedimento in questione".

SERRAVALLE: DAPEI, DA ZIZZA (ASAM) INDEBITA INGERENZA ED EVIDENTE CONFUSIONE DI RUOLI

“Giudico una indebita ingerenza la lettera che il direttore generale della holding provinciale Asam, Carmen Zizza, ha indirizzato a vari soggetti riguardo alla gara in corso per la vendita della maggioranza assoluta della Milano-Serravalle Spa, di cui organi di stampa hanno oggi correttamente dato notizia”. Lo dichiara il presidente del Consiglio provinciale di Milano, Bruno Dapei.

“Non ricordo precedenti in cui chi svolge il ruolo tecnico di responsabile di un procedimento di gara, per acquisti o vendite da parte di soggetti pubblici, abbia preso pubblicamente simili posizioni – spiega Dapei -  Si tratta di un atto politico frutto di una evidente confusione di ruoli i cui effetti non possono sfuggire a nessuno, peraltro sulla base di speculazioni e ipotesi ancora tutte da verificare”. “Spetta al Consiglio provinciale ogni decisione riguardo alla compravendita di azioni nel portafoglio di Asam – precisa Dapei - compresa quella, assunta con delibera a larga maggioranza, di fissare un prezzo minimo ed escludere la possibilità di scendere sotto tale soglia”. “In nessuna fase, e con nessuna modalità formale o informale, la signora Zizza si è rivolta a noi prima di esternare i suoi dubbi, oggi di dominio pubblico – conclude - Mi riservo di far valutare dagli organismi preposti, a partire dalla competente commissione consiliare, la correttezza di tale comportamento”.

LA NOTA DI ASAM

Si fa riferimento alle opinioni espresse dal presidente Dapei. Il prezzo della Milano-Serravalle non è al momento in discussione, né tanto meno lo sono le competenze del consiglio provinciale in materia. Ogni decisione che sarà assunta al riguardo da ASAM sarà esclusivamente il frutto delle decisioni che a loro volta assumeranno i soci di ASAM; segnatamente la provincia di Milano e la Provincia di Monza. Nessuna decisione potrà pertanto essere assunta da ASAM se non dopo che i suoi soci abbiano completato il loro procedimento deliberativo interno, che passa irrinunciabilmente per la sovranità dell'organo consiliare provinciale di Milano, quale ultimo titolare della funzione di direzione e coordinamento.

Tags:
serravalle







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass: l'umanità ha disperato bisogno di uomini come Fabrizio Masucci
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.