A- A+
Milano
Sfruttamento prostituzione tra Lombardia e località balneari: 40 arresti

I carabinieri di Pavia, al termine di una vasta indagine condotta dalla compagnia dei carabinieri di Vigevano, stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 40 persone coinvolte in un'organizzazione transnazionale dedita allo sfruttamento della prostituzione. Gli arrestati si trovano in varie localita' lombarde e anche ad Asti, Macerata, in Romania, Belgio, Albania e Germania. Si tratta di una banda che gestiva piu' di settanta donne straniere maggiorenni, alcune costrette anche con la violenza a prostituirsi in Lombardia e in varie localita' balneari del Nord Italia, dove dovevano trasferirsi durante i mesi estivi nei quali in città c'era meno lavoro. La gang, composta da italiani, romeni e albanesi, reinvestiva poi i proventi dello sfruttamento della prostituzione nel traffico di stupefacenti.

Gli arrestati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al reclutamento, agevolazione, induzione e favoreggiamento della prostituzione, con l'aggravante della transnazionalità.

Tags:
prostituzionecarabinierilombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.