A- A+
Milano
Sgarbi si getta nella mischia: anche lui candidato sindaco a Milano

Si arricchisce sempre di più, da quando Giuliano Pisapia ha annunciato che non si ricandiderà, il numero di potenziali candidati alla poltrona di primo cittadino di Milano. Ultimo in ordine di tempo, Vittorio Sgarbi. Ad annunciarlo ai microfoni di "Grana padana", trasmissione radiofonica in onda su Radio Padania Libera, è stato Giorgio Grasso, da anni stretto collaboratore del critico d'arte e fondatore del partito della Rivoluzione. "Vittorio Sgarbi parteciperà alle elezioni comunali di Milano con una sua lista che lo proporrà come sindaco della città di cui fu già assessore alla cultura. La decisione di scendere in campo a Milano - ha aggiunto Grasso - è stata presa dopo l'annuncio della non candidatura di Pisapia, perché ora il futuro di Milano è tutto da reinventare e occorrono temi e idee forti, di cui si sente pesantemente la mancanza ora proprio mentre ci avviciniamo all'Expo. Sgarbi proporrà un programma per un Rinascimento di Milano a partire dall'anima liberale della città, che va riscoperta e coinvolta nell'amministrazione e nella politica".

Tags:
vittorio sgarbigiuliano pisapiagrana padanagiorgio grasso







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.