A- A+
Milano
Sotto la soglia di povertà, anziani costretti a rovistare nei rifiuti

A Milano sono diversi i fattori che portano alla povertà. La perdita del lavoro, la crisi economica, una malattia in un sistema sanitario dove si scopre che numerosi farmaci sono molto costosi. In particolare l'aumento del costo della vita è il fattore che schiaccia nella dissperazione gli anziani con il minimo di pensione costretti a fronteggiare bollette sempre più care e a non avere più un euro per comprare da mangiare.

Non sono barboni, nè senzatetto, ma persone normali travolte da un sistema sociale che non li tutela più. Sono loro che alla chiusura dei mercati settimanali percorrono mestamente le strade rovistando nelle cassette abbandonate e nei sacchi della spazzatura.

La Caritas segnala da tempo in tutte le principali città, condizioni di disagio e difficoltà drammattiche, spesso accompagnate dal sentimento di vergogna, che si può leggere nei volti di chi è costretto a sopravvivere così.
La Caritas consegna generi alimentari alle famiglie, ma non ce n'è abbastanza e chi è solo è costretto ad arrangiarsi.

Guarda il video

 

 

Tags:
povertà-anziani-pensioni-milano







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.