A- A+
Milano
Svelati i nuovi treni della metro in piazza Duomo. Le foto

E' stata "svelata" in piazza Duomo la riproduzione di uno dei 30 nuovi treni che prenderanno servizio sulla linea metropolitana rossa. A scoprire il modello del convoglio, il sindaco Giuliano Pisapia, il presidente di Atm Bruno Rota e l'ad di AnsaldoBreda Maurizio Manfellotto, insieme con gran parte della giunta comunale e il presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo. La riproduzione, a grandezza reale, restera' esposta da domani fino al 13 aprile e al suo interno si potra' assistere a un video in 3D per una "anteprima" del viaggio sui nuovi treni.

Il finanziamento di 220 milioni di euro con cui sono stati acquistati i 30 nuovi treni ß interamente a carico di ATM, che si avvale di un mutuo con la BEI (Banca europea degli investimenti) coperto da una garanzia fideiussoria del Comune di Milano. I primi 14 saranno messi in esercizio sulla Linea 1 entro il maggio 2015, 20 saranno impiegati sulla linea M1 e 10 sulla linea M2. "Ogni treno ha una capacità di 1.232 passeggeri ed ß composto da 6 carrozze, con 2 cabine di guida alle estremità, e può raggiungere una velocità massima di 90 km/h. I vagoni, con sedili ergonomici, sono completamente comunicanti per offrire un unico grande spazio e sono predisposti alla connessione wi-fi. Il design dei treni ß particolarmente curato e prevede tipi di livrea differenti tra esterni e interni. La struttura, i carrelli e le porte sono studiati per garantire una marcia più silenziosa e la trazione delle motrici consente il recupero dell'energia, rendendo i convogli a basso impatto ambientale", spiega AnsaldoBreda. "Per la prima volta l'acquisto dei treni viene interamente sostenuto da ATM, grazie a un finanziamento, un mutuo trentennale, concesso dalla Banca Europea per gli Investimenti - ha dichiarato il Presidente di Atm, Bruno Rota - Un grande sforzo che l'Azienda ha fatto per i cittadini milanesi e per il milione e passa di passeggeri che ATM trasporta quotidianamente sulle reti di metropolitana, che potranno viaggiare con standard di comfort e sicurezza migliori".

"Treni moderni, innovati, sicuri e a basso impatto ambientale. L'operazione di acquisto di questi nuovi convogli della metropolitana rappresenta uno dei più importanti investimenti degli ultimi decenni in tema di mobilità e trasporto pubblico. Milano lancia, ancora una volta, un importante segnale per l'intero Paese. L'introduzione in servizio di nuovi modelli richiede ingenti investimenti e farlo oggi, in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, rappresenta, innanzitutto la solidità e la capacità gestionale e operativa di Atm, ma ß anche la dimostrazione della grande attenzione che questa Amministrazione ha dedicato al tema della mobilità, sin dal suo insediamento". Lo ha detto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia intervenendo, in Piazza Duomo, alla presentazione dei modelli dei nuovi treni della Metropolitana. "Dopo l'apertura delle due nuove stazioni della M5 - ha aggiunto il Sindaco Pisapia - dopo il forte potenziamento del bike sharing e del car sharing che ha avuto un vero e proprio boom, i nuovi treni che sostituiranno quelli più vecchi delle linee 1 e 2, rappresentano un passo importante che dimostra l'impegno della città al servizio dei suoi cittadini e dei milioni di visitatori attesi per Expo 2015. Un'offerta sempre più ampia per rispondere alle esigenze di tutti con maggiore efficienza". "L'attenzione internazionale per Milano - ricordo che la metropolitana di Copenaghen ß gestita Atm - ß una conferma della bontà delle politiche adottate finora e uno stimolo a proseguire sulla strada intrapresa. Abbiamo cominciato ad agire, sin dai primi mesi, introducendo e promuovendo in città modelli di mobilità innovativa. Continueremo a innovare e a migliorare guardando oltre i confini della città verso la Città Metropolitana", ha concluso il Sindaco.

 

Tags:
piazza duomo







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.