A- A+
Milano
L'esercito dei "graffitari", danni per cento milioni l'anno

Nei weekend a Milano, da mezzanotte alle 5 del mattino, un esercito di 1.300 writer in azione. E per pulire le loro scritte servirebbero circa cento milioni di euro. Questi i dati emersi da uno studio dell’Associazione nazionale antigraffiti sul fenomeno, in crescita esponenenziale, del graffitismo. Dalle modalità utilizzate emergerebbe, inoltre, «una decisa deriva vandalica: sempre più spesso la tecnica prevede, infatti, l’incisione di vetri o superfici, scasso di infissi, maxi scritte realizzate con il rullo, sostanze sempre più indelebili (e pericolose per chi le usa, come l’acido cloridrico o il catrame). Tutto mirato a compiere azioni più eclatanti e rischiose, con danni economici sempre più consistenti". Per contrastare il fenomeno, il Comune di Milano dispone di un gruppo superspecializzato di uomini della polizia locale, con un data-base nel quale sono presenti quasi tutti i nomi dei writer attivi nel capoluogo. A oggi, il Nucleo antigraffiti della polizia locale ha censito quasi 900 tag, alle quali corrispondono un soprannome, un nome e un cognome, spesso una residenza e altri dati.

Tags:
tagwritergraffitimilano







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.