A- A+
Milano
Un arresto a Milano, la Provincia: "Dal Comune solo chiacchiere"

"Abbiamo percepito le gravi condizioni di disagio dei cittadini che ci hanno segnalato gli atti di illegalità che ogni giorno vengono compiuti nei quartieri della Zona 9 e insieme al Prefetto e al Questore Luigi Savina, che ringrazio particolarmente per l’operosità, si è scelto di percorrere la strada della collaborazione - ha dichiarato l'Assessore Provinciale, Marzio Ferrario – insieme, cittadini e forze dell’ordine, hanno reso possibile l’operazione che lunedì sera ha portato all’arresto per spaccio di un cittadino di nazionalità egiziana, e quattro denunciati di cui 1 cittadino cinese proprietario del bar “Felice” di Via Tartini in Milano, due cittadini Italiani e un soggetto ancora in fase d’identificazione, tale indagine ha portato al sequestro di 1 ½ Kg Hashish, 260 g di marijuana, 50 g di cocaina, oltre 5.000 Euro in contanti e un’arma da fuoco. L'operazione è stata svolta dalla squadra investigativa del Commissariato di Comasina coordinato dall’Ispettore superiore Antonio Mingolla. Mentre gli spacciatori si arricchiscono l’Assessore alla sicurezza del Comune di Milano viene in zona a raccontare che la città è più sicura. Non voglio vivere in una città dove non vi è attenzione alle istanze dei cittadini ma vorrei che l’Amministrazione recepisse i messaggi di disagio che arrivano soprattutto dalle periferie".

Tags:
arrestoprovincia






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.