A- A+
Milano
Gli studenti rioccupano l'ex Zam: prove generali di mobilitazione verso Expo?
occupazione Zam

Più di una cinquantina tra studenti e studentesse ha riaperto l’ex-Zam di Via Santa Croce nel pomeriggio di venerdì 23 gennaio. Il centro sociale era stato fatto sgomberare il 23 Luglio 2014 e lo scorso settembre era stata rioccupata la struttura di via Olgiati, già a sua volta fatta sgomberare nel maggio 2013. Questo il comunicato della Rete studenti Milano: "A 5 anni dalla nascita della Rete Studenti Milano, dopo un caldo autunno incentrato sulla lotta alla riforma della “buona scuola”, ci prepariamo ad accogliere Expo con il nostro Grande Evento! Tre giorni di workshop e assemblee in cui nuovamente gli studenti milanesi si troveranno a parlare di Expo, Buona scuola e jobs act. La scelta dello stabile occupato è palese, nuovamente la giunta Pisapia ha mostrato la fantastica gestione degli spazi a Milano: dopo aver sgomberato Zam, che vedeva avviati e partecipati decine di progetti, ha nuovamente abbandonato l’immobile ridestinandolo allo spaccio di eroina. Noi non rimarremo a guardare la città di Milano stuprata da un evento come Expo. Sabato, esprimendo tutta la nostra complicità ai compagni del Dordoni e vicinanza al compagno Emilio, saremo presenti al corteo nazionale antifascista di Cremona. Contemporaneamente a Milano ci sarà un incontro sull’antifascismo di ieri e di oggi"

E Mariastella Gelmini, coordinatore milanese di Forza Italia, affida a Twitter il suo commento: "A #Milano #Zam rioccupa scuola S.Croce. Antagonisti padroni a briglia sciolta: zero regole. Il #Comune dorme".

Dura la reazione del Comune di Milano: "La rioccupazione dell’ex scuola di via Santa Croce manifesta un chiaro intento provocatorio nei confronti dell’Amministrazione comunale, che ha la ferma intenzione di continuare nella via della legalità per l’assegnazione degli spazi. Non c’è stato alcun ritardo nella messa a bando dello spazio e nello svolgimento delle procedure, tanto è vero che venerdì prossimo si riunirà, per la quinta e ultima seduta, la Commissione tecnica che sta valutando le offerte e i progetti pervenuti, che permetteranno che lo spazio torni a disposizione del quartiere, in particolare per iniziative sociali e culturali. Questa ennesima irruzione, gratuita e totalmente priva di giustificazione, non rimarrà senza conseguenze. Il Comune non tollererà che con atti di violenza e intimidazione venga ostacolata la rigenerazione degli spazi pubblici».

Tags:
zamcentro socialeoccupazione







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.