A- A+
Politica
Alemanno: "Meloni non finga, governavamo insieme"
Gianni Alemanno: "Meloni non finga, governavamo insieme"


Intervista a tutto campo a Gianni Alemanno.


D: Sindaco, è da poco uscito il suo libro "Verità capitale. Caste e segreti di Roma". Di cosa parla?
R: Si tratta di un diario, di un resoconto di cinque anni di legislatura comunale, in cui cerco di descrivere, dal mio punto di vista, quello che è accaduto e, soprattutto, come è accaduto.

D. Quale è stato, quando era Sindaco di Roma, il suo rapporto con il suo partito di riferimento il Popolo delle Libertà?
R: un rapporto complesso.In un primo tempo Berlusconi mi è stato vicino ed ha anche risanato il debito pregresso lasciato dalle giunte di sinistra, ma poi sono rimasto solo a combattere spesso contro il cosiddetto "fuoco amico".

D: La vicenda di Mafia capitale ha acceso i riflettori sulle figure di Buzzi e Carminati.Li conosceva? Che rapporti aveva con loro?
R: Buzzi l'ho trovato lì in Campidoglio perché era stato portato dalle giunte di sinistra precedenti di cui era una icona  e quindi ho avuto dei rapporti perché gestiva numerose attività e tutti si fidavano di lui, soprattutto, ripeto, i miei predecessori.
Per quanto riguarda invece Massimo Carminati non lo conoscevo ed anzi provenivamo da esperienza politiche molto diverse, come dico anche nel libro.Lui era dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari) mentre io ero nel Movimento Sociale Italiano.Si tratta di due esperienze non solo diverse ma direi opposte e  cioè quella terroristica e quella parlamentare.

D: Ma è vero che lei lo ha conosciuto vedendo in Tv "Romanzo criminale" in cui Carminati è il personaggio del "Nero"?
R: Esatto.

D: Quale è il suo rapporto con Giorgia Meloni?
R: Con la Meloni abbiamo governato insieme ed io avevo incarichi dirigenziali in Fratelli d'Italia.Poi, dopo le note vicende processuali l'ho chiamata per dirle che mi sospendevo dal partito.Lei tirò un sospiro di sollievo e poi da allora è sparita. E' giusto rivendicare una discontinuità con la mia  esperienza di governo della città ma comunque non si può fare finta che non abbia governato con me, almeno per quanto riguarda assessori e dirigenti da lei indicati esplicitamente.

D: E con Berlusconi che rapporto ha avuto? Mi pare sia stato anche suo Ministro all' Agricoltura…
R: Come dicevo prima inizialmente è stato presente e mi ha sostenuto, anche con la fondamentale misura del risanamento di 22,3 miliardi di euro, poi anche lui si è allontanato, come molti altri, lasciandomi da solo di fronte ai grandi problemi della città.

D: Che ne pensa dell'attacco dei giudici al Pd?
R: Penso che quando gli attacchi sono contro gli altri siano giustizialisti e quando siano contro di loro garantisti.A me mi hanno coinvolto per l'operato dei miei uomini invece, ad esempio, Veltroni non è stato coinvolto per Luca Odevaine che è stato il suo  vicecapo di gabinetto.

D: Su Roma appoggerà Marchini?
R: L'appoggio a Marchini da parte di Azione Nazionale è una decisione del direttivo del movimento ed  io personalmente sono un semplice iscritto.Fin quando non saranno chiarite le vicende giudiziarie non voglio fare politica.
 

Tags:
alemanno meloni mafia capitale
Loading...

i più visti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Al Museo Alfa Romeo vanno i scena i "Cavalli Marini"

Al Museo Alfa Romeo vanno i scena i "Cavalli Marini"


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.