A- A+
Politica
Berlusconi ai servizi sociali, l'ex premier può chiedere liberazione anticipata

Per l'ex premier Silvio Berlusconi l'affidamento in prova ai servizi sociali per un anno dopo la condanna definitiva per il caso Mediaset era iniziato il pomeriggio dello scorso 23 aprile con la firma dell'ex capo del Governo del verbale con le prescrizioni stabilite dal magistrato e cioe' le regole, in tutto una dozzina, a cui deve attenersi salvo particolari deroghe: tra queste, oltre a quella di non pronunciare parole "offensive" e di "spregio" nei confronti dei giudici e all'attivia' di volontariato per una mattina alla settimana, il divieto di lasciare la Lombardia e l'obbligo di trascorrere la notte (dalle 23 alle 6 del mattino) ad Arcore, eccetto dal martedì al giovedì sera, giorni in cui può recarsi a Roma, palazzo Grazioli, per la sua attivià politica. A ciò si aggiungono, per esempio, il divieto di viaggi notturni e all'estero e di "frequentare pregiudicati".

Oggi, dunque, trascorso il primo semestre in regime di affidamento in prova, l'ex Cavaliere potrebbe quindi presentare, in qualunque momento, la richiesta di liberazione anticipata. Richiesta che, da quanto e' trapelato, deve ancora valutare con i suoi legali e che comunque dovra' essere concessa dal giudice Crosti dopo la lettura del 'fascicolo' di Berlusconi in cui sara', tra l'altro, anche inserita la relazione semestrale redatta dalla responsabile dell'Uepe di Milano, Severina Panarello - con cui ha colloqui piu' o meno mensili -, e le 'ammonizioni' ricevute per via di alcuni episodi in cui ha usato frasi poco ortodosse nei confronti di magistrati.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconiservizi sociali
in evidenza
BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

Scatti d'Affari

BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

i più visti
in vetrina
Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO


casa, immobiliare
motori
Nissan svela la nuova Micra elettrica

Nissan svela la nuova Micra elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.