A- A+
Politica
bersani quirinale 500

Appello di Pier Luigi Bersani a tutte le forze politiche: "Guardate meglio la nostra proposta che tiene assieme l'esigenza di dar voti a un governo che cambia e l'avvio esigibile e certo di un percorso riforma di costituzionale". Così il segretario del Pd durante una conferenza stampa convocata nella sede del partito.

"L'idea" che viene rilanciata da Bersani è che "chi ha maggior ruolo in Parlamento si incarica della responsablità di un governo che avvii la legislatura e dichiari le cose essenziali che si possono fare sul fronte sociale", di pari passo si avvia "un meccanismo inedito che dopo 15 anni di delusioni consegna in un tempo certo la riforma della seconda parte della Costituzione. Nella nostra idea la maggior responsabilità e visibilità nella conduzione della Convenzione deve toccare a chi non partecipa direttamente alla funzione di governo. Si avvia così la legislatura. Abbiamo proposto questo schema a tutte le forze politiche perché quelle più simili a noi possono partecipare alla formazione del governo e le altre non impediscano la partenza del governo".

Pier Luigi Bersani è pronto a fare anche un passo indietro, ma "la strada" da seguire è quella indicata dal Pd: un governo tra le forze più affini e una collaborazione larga sulle riforme. "Affiniamola, discutiamone, ma quella è secondo noi l'unica pista possibile: lavorare attorno a questo doppio registro. E' realistico, è credibile: noi pensiamo che questo tema non potrà che riproporsi in questi termini, che non può essere risolto andando a nuove elezioni".

Il leader Pd ha precisato: "Quella è la strada, la strada che ha detto il Pd. Per aiutare questa strada Bersani c'è, se Bersani fosse un ostacolo Bersani è a disposizione. Prima di tutto c'è l'Italia".

Per il Pd sarebbe "sbagliato" far nascere un "governissimo", ha ribadito Bersani: "Ci siamo messi all'opera per dare una risposta: governabilità, cambiamento e corresponsabilità. Noi partiamo dall'esigenza di una corresponsabilità tra le forze politiche e parlamentari, il problema è come realizzarla: chiudendo la politica in un fortino? Facendo un cosiddetto governissimo noi, Pdl, Scelta civica? Sarebbe una risposta sbagliata".

ALFANO - "Se questo stallo prosegue perche' il Pd pensa piu' alla fazione che alla Nazione, c'e' solo la strada delle urne gia' a giugno prossimo". Lo afferma in una nota il segretario del Pdl, Angelino Alfano, che aggiunge: "Nel nostro ordinamento costituzionale, il Parlamento ha il dovere di esprimere una maggioranza e un Governo. Se non lo fa, la parola deve tornare agli elettori. Non ci sono altre vie. E il Paese, giustamente, non comprenderebbe e non accetterebbe altre perdite di tempo", conclude Alfano.

"Ancora una volta ribadisco una disponibilita' a collaborare nell'interesse dell'Italia. Ma se Bersani vuole occupare tutte le istituzioni, non c e' alcuno spazio per il dialogo". Lo afferma in una nota il segretario del Pdl, Angelino Alfano.

"Ho ascoltato l'onorevole Pierluigi Bersani con doverosa attenzione e anche con la viva speranza di sentire una parola nuova, un cenno di buon senso, una ragionevole disponibilita' a farsi carico delle esigenze del Paese, a partire dal rilancio dell'economia e dall'ormai indifferibile alleggerimento fiscale per le famiglie e le imprese", afferma in una nota il segretario del Pdl, Angelino Alfano, che aggiunge: "E invece, devo dire con grande rammarico, ho ascoltato oggi le stesse parole ostinate, chiuse, fuori dalla realta' dei numeri del Parlamento, che l'onorevole Bersani ripete da 36 giorni, cioe' dalla chiusura delle urne, tempo che la sinistra ha usato solo per occupare le Presidenze delle Camere (come ora spera di fare anche per la Presidenza della Repubblica), per impedire ogni dialogo nella direzione della governabilita', e per proporre inutili commissioni per riforme che il Pd ha sempre osteggiato", conclude Alfano.

Tags:
bersaninapolitanogovernocolle

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.