A- A+
Politica
Pd e Forza Italia a un passo dalla scissione

Nel giorno in cui è stato evidente che per la legge elettorale Renzi ha bisogno di Forza Italia si rischia la scissione nei due partiti principali. Sono circa 140 i parlamentari della minoranza Pd che si sono riuniti a Montecitorio. Gli esponenti delle varie aree che si oppongono alla maggioranza renziana hanno discusso di riforme. Bersani: "Renzi dica se vuole l'unità e ci rispetti o è la fine" Berlusconi ai frondisti: "Ci indebolite. Cambiate linea o via". Ribatte Capezzone: "Ad andarsene sono i nostri elettori, che non ci vogliono sottomessi a Renzi"

BERSANI - Sono circa 140 i parlamentari della minoranza Pd riuniti oggi a Montecitorio. Gli esponenti delle varie aree che si oppongono alla maggioranza renziana hanno discusso di riforme. Oltre a Pierluigi Bersani, sono presenti tra gli altri Gianni Cuperlo, Pippo Civati, Cesare Damiano, Rosy Bindi, Francesco Boccia, Stefano Fassina, Roberto Speranza, Miguel Gotor, Vannino Chiti, Federico Fornaro. Presenti anche i sottosegretari Sesa Amici e Luciano Pizzetti. 

"Renzi lo sa benissimo: c'era una possibile mediazione sull'Italicum e loro non hanno voluto mediare. Ora spetta a lui dire se si puo' partire dall'unita' del Pd". Cosi' Pierluigi Bersani risponde al giornalista sulla spaccatura dentro il Pd sulla riforma della legge elettorale. "Dare del parassita a Corsini, Gotor, Mucchetti, e' pericoloso. E' gente per bene che non chiede niente e va trattata con rispetto. Se viene meno il rispetto e' finita", ha poi aggiunto. 

BERLUSCONI - Non condivido nulla di cio' che hai detto. La tua posizione e quella di altri ci indebolisce, quindi vi chiedo di cambiare liena o di cercare un'altra strada. Lo ha detto, viene riferito, Silvio Berlusconi, rivolgendosi a Daniele Capezzone dopo il suo intervento all'assemblea dei deputati azzurri e rivolgendosi quindi anche agli altri frondisti di FI, vicini alle posizioni di Raffaele Fitto. (AGI) Ser

"Ad andarsene sono i nostri elettori, che non ci vogliono sottomessi a Renzi". Cosi' Daniele Capezzone, riferisce lo stesso deputato azzurro, ha replicato alla frase "andate via" pronunciata da Silvio Berlusconi e rivolta ai dissidenti di Forza Italia, durante la riunione del gruppo di Montecitorio.

"Da mesi, tanti di noi, indicano il rischio di un crollo elettorale di Forza Italia, fino a quella che alcuni mesi fa chiamai 'quota Martinazzoli'. Si tratta purtroppo dell'effetto di una linea politica a mio avviso drammaticamente sbagliata che, con il cedimento finale a Renzi di queste ore, raggiunge vette da 'sindrome di Stoccolma': prigionieri e contenti di esserlo. Alcuni di noi, pero', non sono affatto contenti, come non sono contenti i nostri elettori". Lo ha detto Daniele Capezzone, nel suo intervento alla riunione del gruppo di FI alla Camera, con Silvio Berlusconi. "E' bene sottolineare - ha proseguito - che, tra legge elettorale e cambiamento costituzionale, le possibilita' di vittoria del centrodestra vengono clamorosamente ridimensionate, come 'gentile omaggio' a Renzi. In tanti diciamo e diremo no". 

Tags:
bersaniparlamentaripd
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.