A- A+
Politica

di Massimo Ferrarese,
presidente di Noi Centro

Senza intromettermi nelle questioni che riguardano propriamente il Pd, partito con il quale per altro da anni ormai abbiamo realizzato il famoso Laboratorio pugliese, mi sento di condividere le riflessioni espresse da Francesco Boccia in un documento diffuso in queste ore.
 
In particolare le ritengo non solo apprezzabili ma soprattutto politicamente trasversali nei passaggi in cui si evidenzia “l’esistenza di una classe dirigente che non serve e che vive in un regolamento di conti perenne. Questa piaga accomuna purtroppo indistintamente i partiti di centro, di destra e di sinistra.
Condivido anche la necessità di porre fine al tentativo, spesso solo formale, di prendere le distanze da un sistema definito “compromesso” ma del quale non si riesce a fare a meno di sfruttare le comodità e i benefici. E anche questo è un modo che accomuna senza alcuna distinzione personaggi orbitanti in tutti i principali partiti nazionali.
Un modo di concepire la politica che ha rallentato la crescita economica del Paese negli ultimi vent’anni e che ora rischia di bloccare l’iniziativa di questo nuovo governo che resta in questo momento l’unica speranza per la ripresa del Paese. Per questo ben vengano, oggi partendo con Boccia nel Pd e domani negli altri partiti di governo, analoghi tentativi di cancellare il baronato della politica".

Tags:
boccia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.