A- A+
Politica
emma bonino

La Farnesina ha preso conoscenza solo l'8 luglio delle "intrusioni kazake" nella deportazione in patria di Alma Shalabayeva e la figlia Alua. Lo ha riferito al Senato il ministro degli Esteri, Emma Bonino. "E' solo con il rapporto Pansa (capo della polizia, ndr) che si e' avuta certezza dell'inaccettabile comportamento" dell'ambasciatore kazako Andrian Yemelesson, ha spiegato il capo della diplomazia italiana ai parlamentari della Commissione Diritti Umani.

Pur sottolineando che "si agisce da governo a governo e dunque va evitata una serie di azioni e reazioni che possano indebolire la nostra struttura diplomatica ad Asta", Bonino ha voluto aggiungere: "Ritengo evidente che la qualita' dei nostri rapporti dipendera' dalla disponibilita' di Astana a scendere sul terreno dei diritti civili" e da cio' dipendera' "il modo in cui valuteremo le misure da adottare nei confronti dell'ambasciatore".

Il giudizio del titolare della Farnesina sull'ambasciatore kazako e' molto duro: ha avuto un comportamento "intrusivo" ed "inaccettabile", ha detto il ministro. Bonino ha proseguito rivelando che "il Kazakistan ci ha fatto sapere in questi giorni di volere buoni rapporti con l'Italia ritengo tuttavia evidentemente che dopo questo episodio la qualita' dei nostri rapporti dipendera' dalla volonta' dei responsabili di Astana di offrire la loro imprenscindibile collaborazione sul terreno dei diritti e delle liberta' di movimento". Da questo atteggiamento dei kazaki, ha concluso Bonino, dipendera' la possibilita' di avere "buoni rapporti rapporti con l'Italia"

La tutela di Alma Shalabayeva e della figlia Alua e' una "priorita' del governo italiano".

"Lo sento come un obbligo morale ancora prima che politico e voglio assicurare che non potra' esserci alcuna ragione per venirvi meno", ha spiegato.

ASTANA, SE ANOSTRO AMBASCIATORE ESPULSO REAGIREMO - Il vice primo ministro kazako Yerbol Orynbayev ha detto che le autorita' kazake stanno aspettando una decisione dell'Italia in merito alla possibile espulsione dell'ambasciatore kazako a Roma, prima di prendere possibili contromisure. "Attendiamo una decisione ufficiale, se mai dovesse esserci, e quindi reagiremo," ha detto il vicepremier durante una conferenza stampa a Bruxelles rispondendo ad una domanda di un giornalista. A chi gli faceva notare che il ministro degli esteri, Emma Bonino, ha definito l'ambasciatore ormai inutile visto quanto accaduto nella vicenda Ablyazov, il vicepremier ha risposto che i pareri espressi dal ministro "sono personali".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
boninoshabalyevakazaki
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.