A- A+
Politica
Calenda apre il Riformista e scopre che due lo lasciano per Renzi: "Scippo"
Italia Viva, Giulia Pigoni e Naike Gruppioni lasciano Azione e passano con Renzi. Foto Instagram

Renzi svuota Azione: passano a Iv una consigliera e una deputata

Il Terzo polo ormai è un ricordo lontano, non solo Calenda e Renzi hanno rotto ma non smettono neanche di farsi i dispetti. Il leader di Azione, questa mattina, leggendo i giornali ha appreso la notizia: due donne elette solo sei mesi fa con il suo partito passano a Italia Viva. Tra gli altri quotidiani, ironia della sorte, a comunicare lo "scippo" come lo definisce Calenda su Twitter, è stato proprio Il Riformista, il giornale diretto da Matteo Renzi. "Abbiamo appreso stamattina da un giornale di questo ''scippo''.

Leggi anche: Renzi, scontro totale con Travaglio. "Condannato"

Faccio i migliori auguri a Naike. Ogni scelta è legittima e rispettabile. Mi permetto solo di notare che, - scrive Calenda - per rispetto alla comunità che l'ha eletta sei mesi fa quasi senza conoscerla, una comunicazione preventiva sarebbe stata più elegante. Ma immagino che l'uscita a sorpresa fosse parte dell'accordo di ingaggio. Questa vicenda, altrimenti irrilevante, spiega bene la distanza nei comportamenti con Matteo Renzi. Mentre noi eravamo impegnati in giro per l'Italia a sostenere le liste, spesso fatte insieme, per le amministrative lui era in queste faccende affaccendato. Buona strada".

Leggi anche: Renzi mette in ginocchio Travaglio. Trattativa Stato-mafia, le scuse a Napolitano nella finta foto sul Riformista

"La famiglia riformista cresce", scrive il profilo Twitter di Italia Viva: due passaggi da Azione a Italia Viva in meno di 24 ore. La prima ad annunciare l’addio al partito di Carlo Calenda è Giulia Pigoni, consigliera regionale in Emilia Romagna; l’addio odierno arriva dalla stessa regione ed è quello annunciato dalla parlamentare Naike Gruppioni, imprenditrice bolognese giovanissima, una manager prestata alla politica. Matteo Renzi ufficializza in conferenza stampa l'arrivo della deputata Naike Gruppioni, eletta tra le fila di Azione, a Italia Viva. "Italia Viva ha lanciato un percorso congressuale che partirà dal 10 di giugno a Napoli con il regolamento e sarà un percorso libero e democratico, dal basso. Avremmo voluto farlo con il partito unico, non essendo più possibile lo faremo con chi ci sta, ma senza fare regolamenti di tessere. Lo spazio c'è. Noi ci siamo e rilanciamo", ha assicurato il leader di Iv.

Italia viva, Renzi: "Al via il congresso. Senza partito unico, con chi ci sta"

"Iv ha lanciato un percorso congressuale che partira' dal 10 giugno a Napoli col Regolamento, sara' libero e democratico, dal basso. Avremmo voluto farlo col partito unico, lo faremo con chi ci stara'". Lo ha detto il leader Iv, Matteo Renzi, nel corso di una conferenza stampa. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
calendarenzi





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.