A- A+
Politica

 

letta camera (1)

Si' al rinvio dell'Imu sulla prima casa, (ma niente misure per i capannoni delle imprese), rifinanziamento della cassa integrazione straordinaria per il 2013 e niente provvedimenti sulle riforme ne' sull'Iva. Il menu del Consiglio dei ministri di venerdi prossimo inizia a prendere forma: un unico decreto interverra' solo per la sospensione dell'Imu sulla prima casa e sulla Cig in deroga. Su questo fronte si sta lavorando per raggiungere la cifra di 1,2 miliardi e andare oltre quindi la 'misura tampone' di cui aveva parlato ieri il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini. Il nodo delle coperture e' stato il piatto forte di un vertice a palazzo Chigi con il premier Enrico Letta, il vice premier Alfano e i ministri Saccomanni e Enrico Giovannini. Sul fronte Imu, il ministro dello Sviluppo Flavio Zanonato, aveva parlato nel pomeriggio di un miliardo e mezzo di euro per le imprese, ma la cifra per coprire la misura sarebbe decisamente piu' elevata, circa 7 miliardi. Ma la questione sarebbe solo rinviata: entro i primi 100 giorni, si aprira' una riflessione anche sulla tassazione degli immobili di impresa. Tamponata l'emergenza, spiegano fonti di governo, si ragionera' su tutta la fiscalita' della casa e sulla fiscalita' degli immobili d'impresa. L'attenzione del governo, spiegano altre fonti di governo, e' quella di evitare di 'svuotare' le casse a giugno quando la sospensione dell'imposta comportera' inevitabilmente una caduta del gettito. La Ragioneria e' a lavoro per mettere a punto i meccanismi per evitare questo rischio. Secondo quanto riferito da fonti ministeriali Saccomanni avrebbe ribadito la necessita' di agire rispettando i paletti di finanza pubblica in un momento cosi' delicato. Ma a spingere per trovare ulteriori risorse sull'Imu e' il Pdl, tanto che il titolare dell'Economia dopo l'incontro di governo ha avuto un faccia faccia alla Camera con il capogruppo di via dell'Umilta', Renato Brunetta. "Siamo impegnati a cercare la massima condivisione con le forze politiche", ha detto il ministro dell'Economia lasciando la sede del governo. E' confermato infine che il Consiglio non avra' all'ordine del giorno provvedimenti per congelare l'aumento dell'Iva di luglio, anche se diversi ministri insistono sul fatto che serve utilizzare la leva fiscale per far ripartire occupazione consumi. Al Cdm non ci sara' nemmeno un provvedimento che riguarda le riforme e in particolare l'istituzione del Comitato di esperti che dovra' affiancare la Convenzione per iniziare la revisione della Costituzione. Il cammino iniziera' formalmente a fine maggio con l'avvio del dibattito parlamentare. Non e' ancora chiaro quale sia lo strumento che serve per rendere operativo il Comitato (si ipotizza un decreto del presidente del Consiglio), ma non e' detto che serva un passaggio in Cdm.

Tags:
imupdl
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.