A- A+
Politica

"Quelli a disagio sono cinquanta, quelli che invece si manifesteranno sono la meta'". Pippo Civati, a 'Un Giorno da Pecora' su Radio2, quota cosi' i 'malpancisti' nel Pd di fronte a ipotesi, sempre piu' concrete, di un governo larghe intese e a chi gli chiede di nomi come D'Alema, Alfano, Brunetta e Gelmini nel nuovo governo risponde che "sono la logica conseguenza di aver scelto questa scelta di governo". "Io vorrei - riprende - un governo di scopo, limitato nel tempo con degli impegni precisi e senza politici ingombranti come quelli che abbiamo appena nominato". E a chi gli fa notare che un dissenso in Aula potrebbe equivalere all'espulsione dal partito, replica che il varo di quel governo 'ingombrante' "potrebbe essere uno degli ultimi giorni del Pd, piu' che altro". Secondo lei se il PD vota il governo Letta con all'interno questi politici rischia di morire? "Sarebbe una di quelle svolte indimenticabili, che come tale andrebbe salutata...", e' la risposta del parlamentare Pd. E Civati, come votera'? "In questo momento voto contro, poi vedremo".

Tags:
civatipd
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.