A- A+
Politica


Di Alberto Maggi

Forse la nuova Forza Italia non sarà più nel Partito Popolare Europeo (la Merkel non vuole Berlusconi). E un movimento in mano a Capezzone, Verdini, Bondi e Santanchè non è certo moderato. Ma quello che è accaduto nel giro di pochissimi giorni merita una riflessione. Da dove arrivano Alfano e Quagliariello? Chi li ha portati in Parlamento? Chi ha permesso (elettoralmente parlando) a Formigoni di fare il governatore della Lombardia per tantissimi anni? E Giovanardi? Senza il Cav avrebbe fatto il ministro? Parliamoci chiaro. Nessuno vuole la crisi. E che il governo vada avanti è un bene per l'Italia in una fase di crisi, basta vedere la Borsa e soprattutto lo spread. Ma quanti sono quelli che politicamente sono cresciuti con e grazie a Berlusconi e ora lo pugnalano alle spalle? Tantissimi. Più o meno lo stesso numero che seguì Fini per formare Futuro e Libertà, movimento ridicolizzato alle ultime elezioni dello scorso febbraio. Magari Cicchitto & company avranno più fortuna di Bocchino e Granata, ma l'esempio misero di Fli è sotto gli occhi di tutti. Tanto che Alfano si è preoccupato di garantirsi da Letta che Renzi non faccia cadere il governo almeno per un anno proprio per non finire come Fini. La gratitudine non è di questo mondo, e soprattutto non esiste in politica. Ma chi oggi parla del Cavaliere come un vecchietto nervoso e impazzito (basta leggere le agenzie) dovrebbe ricordarsi chi lo ha portato lì dove è oggi... O no?

Tags:
berlusconi
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza

Nuovo ŠKODA KAROQ: design più raffinato e miglior efficienza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.