A- A+
Politica


Siamo arrivati al bivio: Amato o Renzi premier. Napolitano lavora su queste due ipotesi. E ancora una volta, come è stato per l'elezione del Capo dello Stato, la palla è in mano al Partito Democratico. O a quello che ne resta. La Direzione Nazionale sarà decisiva. O le correnti scelgono il sindaco di Firenze, sul quale c'è l'ok del Pdl e sicuramente anche della Lega che non vuole Amato a Palazzo Chigi (e quindi si va verso un vero rinnovamento della politica italiana contenendo la spinta grillina); oppure il Pd si incarta di nuovo e sceglie di non scegliere, facendo tornare la lancetta dell'orologio indietro di vent'anni con il Dottor Sottile premier. Non è soltanto uno scontro tra le anime democratiche ma anche una sfida generazionale. I giovani contro i vecchi. Napolitano, quasi 88 anni, stima moltissimo Amato ma è pronto a dare l'incarico a Renzi. Tutto, come al solito, dipende dal Pd. E come al solito sarà una decisione sofferta.

Tags:
amatorenzi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.