A- A+
Politica


Di Alberto Maggi

Pacche sulle spalle. Abbracci. Strette di mano. Applausi (anche se la Bonino scrive i bigliettini dicendo di non battere le mani). Lunedì 29 aprile alla Camera va in scena il volemose bene tra il Pd e il Pdl, sancito dalla fiducia bulgara al governo Letta. Passano poche ore e a Palazzo Madama il neo-premier è costretto a fare il super-democristiano per non toccare il tema spinoso dell'Imu che già minaccia l'esistenza stessa dell'esecutivo. Franceschini lancia la bomba ("non verrà abolita"), Delrio rincara la dose ("solo alleggerita") e naturalmente Berlusconi e Brunetta sparano ("o si toglie l'Imu o nessun sostegno al governo"). Magari sono solo schermaglie, ma il Pdl ha fatto tutta la campagna elettorale sulla tassa tanto odiata dagli italiani, promettendo addirittura la restituzione. Come può ora accettare che non si arrivi nemmeno all'abolizione? I soldi, però, pare che non ci siano. O - sussurra qualcuno - non si vogliono trovare. Fatto sta che se il buongiorno si vede dal mattino siamo messi proprio male. Un governo appena nato e che già si mette a litigare. E gli appelli di Napolitano? E la pacificazione tanto invocata? Probabilmente i calcoli elettorali dei partiti contano di più...

@AlbertoMaggi74

Tags:
imu
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.