A- A+
Politica
Il commento/ Letta-Renzi come Prodi-D'Alema. Che delusione, segretario


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Le primarie del Partito Democratico dell'8 dicembre 2013 sono state un momento di vera democrazia. Una speranza per l'Italia intera e non solo per il popolo della sinistra e del Pd. Matteo Renzi ha stravinto, ha promesso di cambiare il Paese. E in molti gli hanno creduto. Il Rottamatore contro le vecchie logiche di Palazzo. Il Sindaco aveva promesso la sera dell'Immacolata: "Mai al governo senza passare dal voto. E basta con le larghe intese". Bene. Bravo. Ottimo.

Peccato che stia accadendo esattamente l'opposto. Renzi è arrivato alla Direzione del Pd, alla quale Letta non ha partecipato, ha ringraziato il premier e poi lo ha pugnalato: "Serve un nuovo governo. Deve essere una legislatura costituente". Ecco la svolta tanto attesa. Poi il segretario si è arrampicato sugli specchi per spiegare come mai, con un dietrofront imprevisto e che suscita non poche perplessità, ha deciso di andare lui a Palazzo Chigi.

A pensare male si fa peccato, ma qualche volta ci si azzecca... diceva Giulio Andreotti. Già. E' proprio così. Renzi come D'Alema. Letta come Prodi. Un cambio alla guida dell'esecutivo senza passare dalle urne. Questo è il dato. Un fatto chiaro e incontrovertibile. Un'operazione da Prima Repubblica, insomma. Senza se e senza. Il segretario cita l'"Attimo fuggente" e si richiama alla poesia, dicendo che questa è la strada più difficile per lui. Mah.

Intanto prende il potere, con le nomine delle partecipate in arrivo, il semestre Ue e l'Expo, senza aver vinto le elezioni. Con la prospettiva di governare fino al 2018, visto il timore della minoranza Pd di non essere ricandidata e la paura di Alfano e Scelta Civica del voto. Non ci siamo, caro Renzi. Non è questo lo spirito dell'8 dicembre. Non era quello che il popolo della sinistra e tanti italiani volevano e auspicavano. Un governo senza legittimazione popolare, alla D'Alema. Guidato proprio da colui che voleva abbattere l'apparato e rottamare i vecchi notabili della sinistra. Che delusione...
 

Tags:
commentorenziletta
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.