A- A+
Politica


Di Angelo Maria Perrino

Ora il Pd non ha più alibi. Ha scelto con un'alta affluenza di votanti e con un consenso quasi plebiscitario un leader giovane e volitivo come Matteo Renzi, interrompendo così l'inconcludente gestione commissariale di Epifani. E ora deve battere un colpo. L'Italia ha bisogno di una scossa e di una svolta. Nella politica, nell'economia, nell'etica pubblica e privata. Ci vogliono riforme profonde e strutturali. E il primo partito italiano ha l'obbligo di interpretare questo bisogno diffuso nel Paese reale e dargli concretezza e applicazione. Da domani. Basta con le mediazioni al ribasso, basta con i rinvii per tirare a campare, basta con gli egoismi e i tatticismi opportunistici di partiti e di singoli esponenti politici. Le larghe intese sono divenute strette e inadeguate a salvare il Paese. Interrompiamo questa parentesi necessaria ma ormai insufficiente dei governi di grande coalizione iniziata con Monti e proseguita con Letta, rinnoviamo la legge elettorale tornando magari al Mattarellum e andiamo al voto in primavera in coincidenza con le previste Europee recuperando l'alternanza e dando al Paese un governo stabile e duraturo. L'Italia non può attendere.

Tags:
commentorenzipd
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.