A- A+
Politica
Coronavirus, il sindaco di Venezia Brugnaro: "Basta ordinanze, riaprite tutto"
Luigi Brugnaro (foto Lapresse)

Coronavirus, il sindaco di Venezia Brugnaro: "Basta ordinanze, riaprite tutto"

"Adesso basta con ‘sta storia. Vogliamo precise telefonate da parte del Governo e della Regione su certe robe. Vogliamo essere informati prima. Questa cosa sta assumendo un aspetto kafkiano, lo dico fuori dai denti. Ho cercato di resistere ma sono stanco di tutta questa roba qua. Aprite tutto, aprite scuole, asili: fatelo con tutta la prudenza del caso, ma fatelo, non che uno deve star qui a capire cosa si può aprire e cosa no, a pregare di aprire. Si fa a turno, si tolgono i “picchi”, si fanno tutte le attività regolari e legittime dal punto di vista sanitario: ma liberate le persone", ha detto il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, nel corso di una diretta Facebook.

Lo sfogo del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro su Facebook: "Basta ordinanze, riaprite tutto". Video

Commenti
    Tags:
    coronavirus fase 2fase 2 coronavirusluigi brugnarosindaco veneziavenezia coronavirus





    in evidenza
    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

    Europee/ L'idea di Lancini

    Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
    C'è la casella Stop utero in affitto

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

    Vespa World Days 2024: oltre 30mila vespisti convergono a Pontedera

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.