A- A+
Politica
Covid, "vaccino obbligatorio per tutti? Valuteremo e decideremo"

Covid, Toma (Molise): "Il lockdown non ha senso, meglio agire in modo chirurgico"



Sulla lotta al Covid, è passata la linea dura delle Regioni, come avete convinto il premier Draghi?
"È passata la linea della fermezza e del buon senso, che sta caratterizzando l’azione del Governo Draghi e delle Regioni. C’è grande intesa tra le parti nell’interesse supremo della tutela della sicurezza sanitaria ed economica degli italiani. L’Italia sta reggendo meglio di altri l’urto della quarta ondata. Merito delle misure previste e della grande collaborazione della popolazione. Nessuno vuole tornare a un anno fa. Ancora un po’ di sacrifici e ne usciamo".

Pensa che in Italia si debba arrivare al vaccino obbligatorio per tutti?
"Io credo nel principio della progressività. Il green pass ha funzionato bene. Il green pass rafforzato è necessario in questo momento. Se in futuro ci sarà necessità di valutare ulteriori misure per evitare di tornare a lockdown generalizzati, valuteremo e decideremo".

Si sente di escludere un lockdown generalizzato come in Austria?
"Il lockdown al momento non ha senso in alcuna regione italiana. Possiamo agire in modo chirurgico senza compromettere la ripresa economica. Guardiamo i dati, senza inseguire il sensazionalismo. Ci sono regioni virtuosissime, come il nostro Molise, primo nella somministrazione di terze dosi. L’Italia deve continuare a proteggersi bene come sta facendo".

Passando alla politica, crede che il presidente Berlusconi abbia davvero chance di diventare il prossimo presidente della Repubblica?
"Il Presidente Berlusconi è uno statista, ha governato per 10 anni il Paese, ha rapporti internazionali e ci ha abituati ai suoi colpi di genio politico. Ovviamente sarei un suo grande elettore, ho molta fiducia nelle sue capacità di mediatore e nella sua esperienza istituzionale, oggi rimpianta anche a sinistra. Sarebbe una soluzione magnifica. Ma se ne riparlerà più avanti, oggi è prematuro".

La legislatura dovrebbe arrivare fino al 2023? Teme le elezioni l'anno prossimo?
"Come centrodestra siamo pronti a votare da almeno due anni. Ció premesso, io credo si arrivi fino al 2023, sarebbe auspicabile garantire stabilità soprattutto in una fase come questa".

Alle prossime elezioni il Centrodestra sarà unito? Salvini o Meloni possono ambire a diventare premier?
"Il centrodestra sarà sicuramente unito alle prossime elezioni, solo così si vince, come insegnó il laboratorio delle regionali in Molise che, lo ricordo, si svolsero a un mese e mezzo di distanza dalle politiche del 2018. Ma l'obiettivo non è solo vincere. Dobbiamo governare bene, per un'intera legislatura e dare stabilità al paese. Sarà Premier, come cultura consolidata nel centrodestra, il leader, o la relativa espressione, del partito che avrà un voto in più rispetto agli altri".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    donato toma presidente molise
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.