Error processing SSI file
A- A+
Politica


 

guido Crosetto spl 2

"Forza Italia di oggi è uguale al Pdl di ieri. Ci sono 20 anni di differenze e cambiare nome e sede non cambia la sostanza. Il Centrodestra deve costruire e selezionare una classe dirigente autonoma e libera e non partire sempre dal presupposto che non si è sbagliato niente". Guido Crosetto, coordinatore di Fratelli d'Italia e nel 1994 tra i primi ad aderire a Forza Italia, commenta con Affaritaliani.it l'ennesima svolta del Cavaliere.

"Nel '94 Forza Italia lanciava la speranza di trasformare in meglio l'Italia liberando le migliori energie, ma la scomessa non è stata vinta. Anzi, tutt'altro. Non si può dare sempre la colpa agli alleati. La giustizia è tale e quale a prima (se non peggio), così come la pressione fiscale. La burocrazia statale è perfino aumentata e lo statuto del contribuente è stato calpestato anche quando governavano noi, perché Equitalia ha avuto maggiori poteri grazie a Visco, Tremonti e Monti. Insomma, non si può costruire il futuro se non si analizza bene anche il passato".

E il leader del Centrodestra? "Il meccanismo delle primarie è il modo migliore per scieglerlo. Se ci fossero oggi probabilmente le rivincerebbe Berlusconi. Non credo che il Cavaliere sia morto politicamente. E' legittimo che rivendichi il suo ruolo politico ma è altrettanto legittimo che altri nel Centrodestra provino a costruire uno schieramento che non sia solo Berlusconi. Per assurdo l'azione della Magistratura lo rafforza perché rende difficile se non impossibile a chi nel Centrodestra sarebbe nei suoi confronti molto più duro politicamente di esserlo perché sembrerebbe quasi approfittare di un momento di debolezza. Per questo motivo io mi auguro un Berlusconi totalmente libero di fare politica proprio per sfidarlo sui temi concreti del futuro del nostro Paese".

Alberto Maggi

Tags:
crosetto

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.