A- A+
Politica

 

 

piero grasso 500

Berlusconi: Schifani, nodi restano serve ufficio presidenza - Il Pdl chiede formalmente che l'ufficio di presidenza del Senato "si pronunci sulla vicenda per cui e' stato convocato a distanza di 24 ore" dalla richiesta del Pdl di approfondire il nodo della violazione della camera di consiglio durante la seduta della giunta che ha deciso per la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore. Lo ha sottolineato il presidente dei senatori Pdl, Renato Schifani, nell'aula di palazzo Mandama: "su questo argomento non arretriamo di un millimetro". "Ove il presidente Grasso ritenesse i lavori dell'ufficio di presidenza comunque conclusi, chiediamo la convocazione immediata di un nuovo consiglio di presidenza affinche' noi si sappia qual e' l'organismo deputato a valutare la ricevibilita' o l'irricevibilita' dei lavori della giunta. Perche' altrimenti incideremmo sul principio dell'inappellabilita' delle valutazioni assunte da un organismo come la stessa giunta, il che e' impossibile da accettare", ha detto ancora Schifani ribadendo il "diritto-dovere" che le decisioni possano essere controllate da un organo superiore.

Berlusconi: Pdl contro Grasso, 'salta' ufficio presidenza - E' ancora 'guerra' di posizioni sulla giunta delle elezioni che ha deciso la decadenza di Berlusconi da senatore. Per protesta contro la posizione assunta da Pietro Grasso, Pdl e Lega hanno fatto mancare il numero legale nell'ufficio di presidenza convocato per discutere dei post mandati dal senatore M5s Vito Crimi e da altri commissari, durante la camera di consiglio della giunta, il 4 ottobre scorso. Per il presidente del Senato, riferiscono Alessandra Mussolini e Elisabetta Casellati, non c'e' violazione del segreto e il consiglio di presidenza non sarebbe competente a decidere sulla questione. Potrebbe solo stabilire sanzioni disciplinari per i singoli senatori. Una posizione inaccettabile per il Pdl che ritiene di non aver ricevuto risposta alla questione posta. Berlusconi: Pdl contro Grasso, 'salta' ufficio presidenza- "Abbiamo denunciato una violazione del regolamento e non abbiamo ricevuto risposta", afferma Elisabetta Casellati. "Per noi e' inaccettabile presenziare ad un consiglio di presidenza dove non si attui il regolamento. Quale organo e' competente di fronte ad un regolamento che non viene rispettato?", aggiunge poi. "Purtroppo il presidente Grasso non e' imparziale perche' ha ammesso che secondo lui non c'e' stata violazione del regolamento", le fa eco la senatrice Alessandra Mussolini.

Tags:
grassodecadenzaberlusconi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green

Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.